Cos'è un difetto refrattivo?

Il difetto refrattivo (o errore refrattivo) è un difetto visivo causato dall’incapacità dell’occhio di mettere perfettamente a fuoco l’immagine di un oggetto o di una persona sul piano retinico.

I difetti refrattivi riguardano la modalità con cui la luce viene rifratta dal diottro oculare (il sistema di messa a fuoco dell’occhio) prima di raggiungere la retina. In presenza di luce la materia riflette i raggi luminosi da cui viene colpita e, quando osserviamo un oggetto o una persona, i raggi luminosi da essi riflessi entrano nei nostri occhi e attraversano la cornea, la pupilla e il cristallino per poi proiettarsi in un punto determinato della retina. In questo punto hanno origine una serie di impulsi nervosi che attraverso il nervo ottico arrivano fino al cervello, il quale li trasforma in immagini.

Questo è ciò che accade in un occhio normale o emmetrope. Quando l’occhio soffre di un difetto di refrazione (occhio ametrope), l’immagine è proiettata in un modo anomalo: ciò significa che la persona vede un’immagine imperfetta, alterata e/o sfocata.

Che cos'è la chirurgia refrattiva?

Da oltre 30 anni i nostri medici oculisti impiegano diversi trattamenti di chirurgia refrattiva. Attualmente, l’applicazione del laser ad eccimeri rappresenta la prima scelta per la correzione di miopia, ipermetropia e astigmatismo e dire addio a lenti a contatto e occhiali. Si tratta di un’operazione rapida e indolore, praticata in anestesia topica con delle gocce di collirio anestetico, che rimodella la curvatura corneale in modo da permettere la corretta messa a fuoco delle immagini.

Quali sono le tecniche laser più utilizzate in chirurgia refrattiva?

I trattamenti laser possono essere realizzati attraverso diverse tecniche:

Lasek

Le tecniche Lasik o Femtolasik vengono effettuate in anestesia topica con delle gocce di collirio anestetico. Queste tecniche prevedono la creazione di un flap corneale sollevando una sottilissima lamella di cornea mediante uno strumento chiamato microcheratomo (nel caso della tecnica Lasik) o con il laser a femtosecondi (nel caso della tecnica Femtolasik). Dopodiché il chirurgo applica il laser ad eccimeri (incaricato di correggere il difetto) e riposiziona l’epitelio corneale senza necessità di punti di sutura. Queste sono le tecniche più utilizzate in quanto hanno un recupero della vista molto veloce e un decorso post operatorio semplice e indolore.

Lasik

Le tecniche PRK o LASEK sono tecniche di superficie. Dopo l’applicazione di gocce di collirio anestetico, viene rimosso o sollevato l’epitelio corneale (parte superficiale della cornea) con una soluzione alcolica ed applicato il laser ad eccimeri sulla parte anteriore della cornea per modificare la sua curvatura. Dopo il trattamento viene applicata una particolare lente a contattato terapeutica che viene utilizzata per proteggere l’occhio e per consentire la ricostituzione dell’epitelio corneale. Per i primi 3 o 4 giorni dopo l’intervento è normale avere bruciore e un’intensa lacrimazione, infatti, vengono consigliati degli antidolorifici in caso di fastidio.

Quando è consigliato fare il laser agli occhi?

Se si è maggiorenni e si soffre di un difetto visivo (miopia, ipermetropia, astigmatismo) si può pensare di sottoporsi a un trattamento laser. In particolare è consigliato fare il laser agli occhi in questi casi:

  • Stabilità refrattiva: il disturbo visivo deve essere stabile da almeno due anni.
  • Dopo una visita refrattiva: stabilita l’idoneità al trattamento laser, dopo una serie di esami approfonditi nel corso della prima visita: (difetto visivo, parametri corneali).
  • Intolleranza alle lenti a contatto.

Quando è sconsigliato fare il laser agli occhi?

I motivi per cui non è consigliato fare il laser agli occhi e si può risultare non idonei al trattamento laser sono diversi. Tra i principali ricordiamo:

  • Difetto visivo non stabile: se il problema di refrazione non è stabile da almeno 2 anni (normalmente si escludono i soggetti con età inferiore a 20 anni)
  • Infezioni oculari
  • Malformazioni anatomiche
  • Patologie oculari (patologie dell’occhio secco, malattie autoimmuni, diabete mellito)
  • Donne in gravidanza o in fase di allattamento
  • Sindrome dell’occhio secco
  • Cornea troppo sottile

Non tutti coloro che presentano difetti visivi possono sottoporsi al trattamento laser. L’idoneità è stabilita caso per caso e solo dopo un’attenta visita refrattiva svolta con chirurghi oftalmologi specializzati in chirurgia oftalmica.

Caratteristiche della chirurgia refrattiva con laser:

  • È un intervento che si realizza operando esternamente l’occhio (non vengono inserite iol all’interno dell’occhio). Nella stessa seduta chirurgica possono essere operati entrambi gli occhi, l’intervento viene eseguito in regime ambulatoriale e permette al paziente, una volta operato, di poter rientrare a casa il giorno stesso facendo particolare attenzione a non strofinarsi gli occhi e seguendo il trattamento post operatorio.
  • Non è necessario il ricovero ospedaliero.
  • È indolore, veloce, dura infatti pochi minuti.
  • Si impiega anestesia topica (gocce di collirio).

FASE PREOPERATORIA

In Clinica Baviera tutto il processo pre e post-operatorio dell’intervento laser agli occhi è gestito da un’equipe diretta dal chirurgo oftalmologo di riferimento, che realizzerà l’operazione. La prima visita è fondamentale, infatti, vengono eseguiti tutti gli esami diagnostici necessari affinché si possa procedere a stabilire l’idoneità del paziente. Accorgimenti da non sottovalutare prima della visita:

  • Se la persona fa uso di lenti a contatto morbide è importante sospenderne l'utilizzo almeno quattro giorni prima della visita, se semirigide o rigide almeno quindici giorni prima.
  • Verificare lo stato di salute del paziente in generale (ad esempio non essere in gravidanza o allattamento).
  • Verificare in particolare lo stato di salute degli occhi (soffrire di patologie oculari come il cheratocono).
  • Assicurarsi dell’assenza di patologie o di controindicazioni all’intervento (diabete, malattie autoimmuni del tessuto connettivo come la artrite reumatoide in forma attiva o grave, etc.).

Controllare lo stato di salute del paziente con una visita oculistica è molto importante per poter permettere allo staff medico di effettuare diverse prove optometriche e oculistiche, necessarie a stabilire l’idoneità al laser e quale tipo di trattamento di chirurgia refrattiva impiegare.

COME SI SVOLGE L’OPERAZIONE?

Il giorno dell’intervento laser agli occhi, il medico oculista ripeterà le prove diagnostiche fondamentali per accertarsi che, nel tempo intercorso tra la prima visita e quella preoperatoria, non siano cambiate le condizioni dell’occhio e si possa così procedere all’operazione.

  1. Tutti gli interventi cominciano con l’applicazione di un collirio anestetico e con l’immobilizzazione delle palpebre per evitare che il paziente possa chiudere gli occhi durante l’intervento.
  2. Il medico chirurgo applicherà il laser ad eccimeri, grazie all’emissione di impulsi di luce ultravioletta, permettendo il rimodellamento della cornea e, di conseguenza, la correzione dei difetti refrattivi di miopia, ipermetropia o astigmatismo.
  3. Il processo di chirurgia refrattiva laser è velocissimo. La durata complessiva dell’intervento è di 10 minuti. Dopodiché il paziente verrà accompagnato nella sala riposo in attesa dell’ultima visita di controllo.

Controllare lo stato di salute del paziente con una visita oculistica è molto importante per poter permettere allo staff medico di effettuare diverse prove optometriche e oculistiche, necessarie a stabilire l'idoneità al laser e quale tipo di trattamento di chirurgia refrattiva impiegare.

FASE POST-OPERATORIA

È importante ricordare quanto sia fondamentale la collaborazione del paziente durante le diverse fasi dell’intervento. Subito dopo l’operazione il chirurgo effettuerà una prima visita di controllo, dando tutte le informazioni necessarie da seguire (terapia post-operatoria e altre precauzioni).

Il paziente rimarrà a riposo nella clinica per circa 30 minuti durante i quali il dottore effettua una seconda visita di controllo. Una volta terminato il riposo, il paziente potrà lasciare la clinica in autonomia senza bende e con una buona capacità visiva ma con solo la protezione di occhiali da sole che le verranno forniti dal personale della clinica. Tutto il processo dura all’incirca un’ora.

INFORMAZIONI UTILI DA TENERE IN CONSIDERAZIONE

  • Il recupero con le tecniche Lasik o Femtolasik è molto veloce. Il paziente solitamente può tornare alla sua vita quotidiana e al lavoro già dal giorno seguente.
  • Se la correzione è avvenuta con PRK/Lasek il recupero può richiedere qualche giorno in più.
  • Il paziente può presentare qualche lieve disturbo nei giorni successivi all’intervento, ma la vista continuerà a migliorare molto rapidamente e potrà tornare alla vita abituale in funzione della velocità di recupero che varia da persona a persona.
  • Nel decorso post-operatorio è importante effettuare la terapia con colliri antibiotici e lacrime artificiali prescritte dal dottore.
  • Nel post-operatorio è indispensabile avere una cura particolare dei propri occhi, infatti è consigliato: lavarsi la faccia evitando che l’acqua entri negli occhi, non strofinare gli occhi, non truccarsi per due settimane, evitare sport traumatici (come sport da combattimento) e il bagno in piscina per almeno due settimane.

Nel nostro centro, l’equipe medica effettua controlli post-operatori in diversi momenti:

Reloj

A poche ore dall’intervento laser agli occhi.

Calendario

A una settimana dall’intervento.

Calendario

A un mese dall’intervento.

Meses

Dai 3 ai 6 mesi dopo l’intervento, a seconda dei casi.

In Clinica Baviera ci assicuriamo non solo che il trattamento sia efficace e incontri le aspettative dei nostri pazienti, ma lavoriamo affinché sia accessibile a più persone. Per questo motivo da noi il costo dell’operazione laser agli occhi è davvero contenuto e, a differenza di altre strutture, include nel prezzo tutti i controlli post-operatori fino alle dimissioni.

LENTI INTRAOCULARI ICL: UN’ALTERNATIVA AL LASER

Prima di qualsiasi intervento, il candidato deve sottoporsi a una serie di esami oftalmologici diagnostici che permetteranno al medico oculista di stabilire se il paziente è idoneo o no all’operazione laser.

SSe non fosse possibile sottoporsi a un intervento di chirurgia refrattiva laser perché in presenza di difetti refrattivi elevati o cornee sottili, l’impianto di lenti intraoculari ICL (chiamata anche iol fachica) di ultima generazione risulta essere una valida alternativa per coloro che desiderano liberarsi dalla dipendenza degli occhiali.

Le lenti intraoculari sono composte da materiale sintetico e sono inserite nell'occhio mantenendo intatto il proprio cristallino. Queste sono progettate individualmente per ogni persona e posizionate tra la cornea (superficie chiara che ricopre l’occhio) e l’iride (la parte colorata dell’occhio).

PREZZO E FINANZIAMENTI

In Clinica Baviera ci assicuriamo che i nostri servizi siano accessibili a tutti. Per questo offriamo diverse possibilità di finanziamento vantaggiose in modo che chiunque decida di realizzare un intervento correttivo possa farlo presso il nostro centro, senza che il prezzo rappresenti un ostacolo.

SPECIALISTI IN
CHIRURGIA REFRATTIVA

barbara-prandi

DOTTORESSA
BARBARA PRANDI

Medico chirurgo Clinica Baviera Milano

Ulteriori informazioni
antonio-todaro

DOTTOR
ANTONIO TODARO

Medico chirurgo Clinica Baviera Milano e Varese

Ulteriori informazioni
luis-felipe-sanz

DOTTORESSA
GIULIA RAIMONDI

Medico chirurgo Clinica Baviera Milano

Ulteriori informazioni
bassano-negrini

DOTTOR GABRIELE PETTI

Medico Chirurgo Clinica Baviera Milano

Ulteriori informazioni
Massimo Notaro

DOTTOR MASSIMO NOTARO

Medico Chirurgo di Clinica Baviera Torino

Ulteriori informazioni
alex bosone

DOTTOR ALEX BOSONE

Medico chirurgo Clinica di Baviera Torino

Ulteriori informazioni
luca-avoni

DOTTORESSA
EMANUELA TORO

Medico chirurgo di Clinica Baviera Torino

Ulteriori informazioni
bassano-negrini

Dottor Raffaele Corsi

Medico Chirurgo Clinica Baviera Torino

Ulteriori informazioni
bassano-negrini

Dottor Federico Fiorini

Medico Chirurgo e Direttore Sanitario Clinica Baviera Bologna

Ulteriori informazioni
bassano-negrini

Dottor Domenico Berardi

Medico Chirurgo Clinica Baviera Bologna

Ulteriori informazioni
luca-avoni

Dottor Luca Avoni

Medico Chirurgo Clinica Baviera Bologna

Ulteriori informazioni
paolo CECCHINI

DOTTOR
PAOLO CECCHINI

Medico chirurgo di Clinica Baviera Milano

Ulteriori informazioni
Pierdavide Perrini

Dottor Pierdavide Perrini

Medico chirurgo di Clinica Baviera Treviso e Venezia

Ulteriori informazioni
Oren Feuerman

DOTTOR
OREN FEUERMAN

Medico chirurgo di Clinica Baviera Treviso e Venezia

Ulteriori informazioni
Romeo Altafini

DOTTOR
ROMEO ALTAFINI

Medico chirurgo di Clinica Baviera Venezia Mestre

Ulteriori informazioni
Francesco Bisantis

DOTTOR
FRANCESCO BISANTIS

Medico chirurgo di Clinica Baviera Venezia Mestre

Ulteriori informazioni
Fabio Buoso

DOTTOR
FABIO BUOSO

Medico chirurgo di Clinica Baviera Venezia Mestre

Ulteriori informazioni
Angela mancini

DOTTORESSA
ANGELA MANCINI

Medico chirurgo di Clinica Baviera Venezia Mestre

Ulteriori informazioni
DOMANDE
FREQUENTI

L’intervento si può effettuare solo se il paziente è maggiorenne, se ha un difetto visivo stabile da almeno 2 anni e se gode di una buona salute oculare.

La tecnica chirurgica deve essere stabilita dal medico chirurgo durante la prima visita tenendo in considerazione le caratteristiche visive del paziente. Non esiste una tecnica migliore o più efficace rispetto ad un’altra, ognuna viene scelta in base ad ogni situazione clinica.

Certamente, vengono corretti tutti i difetti visivi. La tecnica LASIK permette di correggere la miopia o l'ipermetropia con associato astigmatismo nello stesso intervento. Durante la prima visita il medico oculista terrà in considerazione la sua situazione visiva considerando la sua storia clinica.

In funzione del trattamento che è stato effettuato per il paziente, il recupero visivo sarà più rapido, quasi immediato a un po’ più lento. Il risultato finale sarà: una qualità visiva molto buona, cercando sempre di prestare attenzione alle indicazioni mediche.

Le tecniche Lasik e Femtolasik hanno un decorso post-operatorio semplice e indolore. Nel decorso post-operatorio della PRK è normale avere bruciore e una forte lacrimazione.

Tutte e tre le tecniche impiegano l’utilizzo del laser ad eccimeri per correggere il difetto. Le tecniche LASIK e FEMTOLASIK consistono nel sollevare il flap corneale (con il microcheratomo o con il laser a femtosecondi) e nell’applicazione del laser ad eccimeri. La PRK è una tecnica di superficie che viene effettuata rimuovendo l’epitelio corneale con una soluzione alcolica per poi applicare il laser. Dopo il trattamento viene applicata una lente terapeutica che consente la ricostruzione dei tessuti.

Se la chirurgia refrattiva viene eseguita quando il difetto è stabile da almeno 2 anni il vizio refrattivo non compare. Sono pochi i casi dove il paziente potrebbe avere bisogno di un ritocco.

Dipende dalla situazione del singolo paziente. Tuttavia, se un candidato ha una vista di dieci decimi con lenti a contatto o occhiali, potrà migliorare l’acuità visiva fino ad arrivare anche a 12 decimi.

L’intervento è indolore, viene utilizzata anestesia topica con delle gocce di collirio. In alcuni casi è possibile avere un lieve fastidio, sentire una leggera pressione o avere la sensazione di un corpo estraneo nell’occhio.

È necessario sapere che, visto che si tratta di un'operazione di microchirurgia, il paziente deve collaborare in modo ottimale con il medico, evitando movimenti bruschi. In ogni caso, il sistema dispone di uno strumento chiamato eye-tracker, è una tecnologia che viene progettata per seguire i movimenti dell’occhio, con rapidità.

Sebbene si tratti di un intervento che avviene sulla superficie della cornea (extra oculare) e in regime ambulatoriale (non è necessario il ricovero in ospedale) non dobbiamo dimenticare che la chirurgia laser oculare è un'operazione a tutti gli effetti e pertanto porta con sé un certo, seppur minimo, livello di rischio. Per questa ragione è fondamentale sottolineare l'importanza della visita preoperatoria. In Clinica Baviera, circa il 15% dei pazienti alla prima visita non risulta idoneo all'intervento di chirurgia laser. In questi casi, i medici consigliano altre valide alternative per correggere i difetti visivi o semplicemente spiegano che non è possibile intervenire e che quindi occorre continuare a portare occhiali e/o lenti a contatto. Le alternative, gli interventi e i rischi dell'operazione sono spiegati dettagliatamente dal medico durante la prima visita. Lo specialista resta comunque sempre a disposizione del paziente per chiarire qualsiasi dubbio.

L’intervento è molto rapido, completamente indolore e dura solo pochi minuti. I nostri medici vi guideranno durante il processo, così che saprete in ogni momento quello che sta accadendo. L’operazione non richiede una preparazione precedente, in seguito all’intervento, dopo un breve riposo e un primo controllo post operatorio, il paziente può lasciare la clinica in completa autonomia.

Proprio per la loro semplicità, gli interventi di LASIK e PRK/LASEK richiedono poca medicazione post-operatoria: sono sufficienti colliri e lacrime artificiali che dovranno essere impiegati per un breve periodo di tempo.

In seguito all'intervento si programmano una serie di controlli medici:

  • Il giorno stesso dell'intervento.
  • Dopo una settimana.
  • Dopo un mese.
  • Dopo tre mesi.
  • Dopo un intervento di PRK o LASEK il paziente può lasciare la clinica autonomamente con una vista sufficiente per camminare e spostarsi, anche se gli occhi saranno leggermente irritati. Il paziente potrebbe avere qualche disagio e, per ridurli al minimo, porterà una lente a contatto terapeutica adattata dal medico. Il giorno seguente vedrà molto meglio e, a seconda del difetto trattato, il recupero della vista sarà graduale e avverrà in pochi giorni. Senza dubbio, sarà a partire dall'eliminazione della lente a contatto terapeutica che si vedranno sensibili miglioramenti. Generalmente, i pazienti operati con questa tecnica possono compiere le normali azioni quotidiane, come leggere o guardare la televisione, già dopo qualche giorno dall'intervento.

Durante le prime due settimane è sconsigliato truccarsi. Quando si lava il viso, bisogna fare attenzione, evitando che l’acqua e il sapone entrino negli occhi e asciugandoli senza sfregare. Si raccomanda, anche, di non strofinare e strizzare gli occhi per almeno quindici giorni dopo l'intervento.

Dopo un intervento con LASIK, il recupero visivo del paziente è molto rapido e già il giorno dopo può tornare alle sue normali attività. La stabilità della vista si ha solitamente dopo una settimana anche se in alcuni casi può essere necessario più tempo per raggiungere questo obiettivo. Il recupero visivo è più lungo nei casi di interventi con PRK/LASEK.

In ogni caso, tutto dipende dalle peculiarità di ogni singolo paziente che influiscono in modo definitivo su tutto il processo di recupero. È importante non dimenticare che, sebbene l'operazione di chirurgia laser oculare sia molto semplice e per nulla invasiva, non smette di essere un intervento che va accompagnato dalle necessarie, seppur minime, cure post-operatorie e che presenta un tempo di recupero variabile a seconda delle condizioni del paziente.

Nel caso in cui, dopo aver studiato attentamente il caso, il medico escludesse l'intervento LASIK, l'alternativa è rappresentata dalla lensectomia refrattiva o dalla lente fachica (ICL).

Durante la gravidanza non è possibile fare l’intervento laser. È necessario attendere la nascita del bambino e la fine del periodo di allattamento prima di sottoporsi all’intervento. Durante la gestazione si potrebbero produrre leggere alterazioni della vista e durante il periodo di allattamento può esserci il rischio che terapia post-operatoria con i colliri alteri il latte materno.

Dalla sua introduzione nel 1990, oltre dieci milioni di persone nel mondo hanno corretto e risolto i propri difetti visivi grazie al laser a eccimeri. Da oltre 30 anni Clinica Baviera utilizza tecnologie di ultima generazione rigorosamente testate per offrire ai nostri pazienti una soluzione definitiva ai loro difetti visivi.

CONOSCERE LE REALI OPINIONI DEI NOSTRI PAZIENTI

4,8/5

PAZIENTE

Francesca Mancuso

Gennaio 2024

"Ambiente pulitissimo.
Personale gentilissimo e molto professionale.
Risolto problema di miopia e astigmatismo di mia figlia con ottimi risultati"

PAZIENTE

Luca Spiniella

Gennaio 2024

L'intervento agli occhi è davvero una svolta, mi sono trovato benissimo.

PAZIENTE

Valentina Troilo

Gennaio 2024

"Vorrei poter spiegare a parole ciò’ che la Clinica Baviera ha fatto per me. Credo si possa riassumere in : mi ha cambiato la vita.
Grazie a tutti , di cuore e un grazie particolare al Dottor Bosone ,la cui competenza ,cortesia e carica umana sono stati "

PAZIENTE

Miranda Cannizzaro

Dicembre 2023

Accogliente, personale professionale , intervento riuscito meravigliosamente

PAZIENTE

Federica Caravante

Dicembre 2023

Dopo anni di indecisione, ho finalmente deciso di sottopormi al laser per correggere la miopia. L'intervento è andato bene ed è stato veloce e indolore. Un grazie particolare al dott. Bosone per la sua professionalità e gentilezza.

PAZIENTE

Raffaello Bosi

Dicembre 2023

Personale accogliente e professionale! Molta attenzione al post operatorio! Intervento Femtolasik perfetto!

PAZIENTE

Marco Stefano

Novembre 2023

Un ottima esperienza, deciso dopo diversi anni a effettuare questo intervento devo dire che per la professionalità e cortesia dello staff e della Dottoressa che mi ha operato mi sento pienamente soddisfatto.

PAZIENTE

Dario Pugliese

Agosto 2023

Assolutamente promossa! Personale sempre cortese e professionale Dottor Petti altrettanto professionale e preciso.Ho fatto intervento Lasik. Esperienza che cambia la vita e che consiglio a tutti, nessun fastidio pre e post intervento! Consiglio vivamente!

PAZIENTE

Liliana Vitello

Agosto 2023

Ringrazio tutto lo staff della clinica Baviera ed in particolar modo il dott.Alex Bosone per la professionalità....sono molto contenta di essermi sottoposta all'intervento per la miopia,finalmente non dovrò più mettere gli occhiali! Lo consiglio a tutti!!!

PAZIENTE

Gean Rossi

Luglio 2023

Fatto l'intervento LASIK con il Dott. Bosone. Sono stati tutti bravissimi e preparati sin dalla prima visita. Un investimento che ti cambia la vita!

PAZIENTE

Giuse Martino

Luglio 2023

Sono super soddisfatto di clinica Baviera!! ho effettuato una prima visita di idoneità all'operazione presso Clinica Baviera di varese dove sono risultato idoneo alla tecnica femtolasik, il dottor Todaro è stato gentilissimo e mi ha seguito in tutto anche il giorno dell'operazione il 17/07, cosi come tutto lo staff della Clinica, ora vedo perfettamente 10/10 senza bisogno di occhiali, mi ha cambiato la vita grazie!!!

PAZIENTE

Jessica Ariola

Maggio 2023

Ho fatto un operazione laser presso la Clinica Baviera a Bologna, il Dottor Fiorini molto bravo ed anche la sua equipe, le ragazze sono bravissime e gentilissime. Assolutamente soddisfatta, consiglio questa clinica!

PAZIENTE

Sara Crosta

Maggio 2023

In clinica ho trovato personale e medici molto seri e competenti, di grande professionalitá. Ci si sente seguiti in ogni passo, con scrupolositá e attenzione al paziente. Ho consigliato la Clinica a molti amici e a parenti. A me l’intervento ha cambiato la vita!

PAZIENTE

Beatrice Turle

Maggio 2023

La svolta! Ho fatto l'intervento il 27 febbraio e adesso vedo 12/10! Non sono più schiava né degli occhiali né delle lenti! In più a lungo andare avrò un risparmio economico mica da poco! Super soddisfatta e super contenta! Super consigliato! Ed il personale qualificato e cordiale!

PAZIENTE

Gabriele Galeazzi

Maggio 2023

Ottima esperienza con professioni seri e preparati. Mi hanno seguito dalla prima all’ultima visita. Intervento riuscito alla perfezione. Mi è cambiata la vita

PAZIENTE

Andrea Pellegrini

Maggio 2023

Ringrazio tutto lo staff per l'organizzazione e la capacità. Sono contento di aver fatto la correzione al laser nei vostri centri.

PAZIENTE

Alessandra Ferrari

Aprile 2023

Ho eseguito l'intervento a inizio dicembre 2022 per correggere miopia ed astigmatismo con il Dott. Todaro. Già dalla mattina dopo l'intervento tutti i fastidi sono scomparsi, assistenza post operatoria ottima, un Dottore gentilissimo ha risposto alla mia chiamata pur essendo un giorno Festivo. Super consigliato.

PAZIENTE

Martina Ardizzone

Gennaio 2023

Sono contenta di essermi affidata alla Clinica Baviera e in particolare al Dott. Todaro per correggere il mio difetto visivo. Ero miopie (-6.50) e sin dal primo giorno dopo l'intervento ho recuperato 12 decimi! Mi sono sottoposta alla Lasik e, proprio come mi avevano spiegato, è stato indolore e il recupero velocissimo. È proprio vero che questo intervento cambia la vita!!

PAZIENTE

Andrea M.

Dicembre 2022

Risolto una miopia da -10 diottrie.. Ancora non mi sembra vero. Personale molto cortese, struttura pulita, molto consigliati ??

PAZIENTE

Valentina Cazzola

Settembre 2022

Da due mesi la mia vita è cambiata… in meglio! Gentilissimi e super professionali!