L'intervento
laser agli occhi

Da oltre 20 anni in Clinica Baviera si effettua l’intervento laser agli occhi, con laser ad eccimeri per la correzione dei difetti refrattivi. Attualmente, la chirurgia refrattiva con il laser a eccimeri rappresenta la prima scelta per correggere questi difetti. È una tecnica chirurgica sicura, efficace grazie alla quale viene applicato il trattamento laser sulla superficie della cornea. Questo, ha la capacità di rimuovere parti microscopiche con estrema precisione e viene sfruttato per rimodellare la curvatura corneale eliminando o riducendo il difetto visivo.

DIFETTI VISIVI TRATTATI E ALTERNATIVE CHIRURGICHE

L’intervento di chirurgia refrattiva può correggere miopia, astigmatismo e ipermetropia. Il laser ad eccimeri viene applicato principalmente mediante due tecniche: Lasik o PRK/LASEK. L’intervento per la miopia, dato che questo difetto è tra i più diffusi, è il più richiesto, ma la tecnica laser per gli occhi si può utilizzare anche per tutti gli altri vizi refrattivi. Qualora la persona non fosse idonea per l’intervento di miopia, con il laser, esistono alternative chirurgiche, ad esempio l’impianto di lenti fachiche o la lensectomia refrattiva.

Caratteristiche della chirurgia refrattiva con laser:

  • È un intervento che si realizza operando esternamente l’occhio (non vengono inserite iol all’interno dell’occhio). Nella stessa seduta chirurgica possono essere operati entrambi gli occhi, l’intervento viene eseguito in regime ambulatoriale e permette al paziente, una volta operato, di poter rientrare a casa il giorno stesso facendo particolare attenzione a non strofinarsi gli occhi e seguendo il trattamento post operatorio.
  • Non è necessario il ricovero ospedaliero.
  • È indolore, veloce, dura infatti pochi minuti.
  • Si impiega anestesia topica (gocce di collirio).

Operazione laser agli occhi

Il giorno dell’intervento laser agli occhi, il medico ripeterà le prove oculistiche fondamentali sul paziente per accertarsi che, nel tempo intercorso tra la prima visita e quella pre operatoria, non siano cambiate le condizioni dell’occhio e si possa così procedere all’operazione

Tutti gli interventi cominciano con l’applicazione di collirio anestetico e con l’immobilizzazione delle palpebre, per evitare che il paziente le muova durante l’intervento. Il laser a eccimeri, grazie all’emissione di impulsi di luce ultravioletta, permette il rimodellamento della cornea e di conseguenza la correzione delle proprie diottrie.

I trattamenti Laser possono essere realizzati attraverso diversi procedimenti:

Lasik LASIK

La tecnica lasik, è una delle tecniche più diffuse (Laser in situ Cheratomileusi con laser a eccimeri) consiste nel sollevare il flap corneale, proiettare il laser e dopo l’azione del laser riposizionarlo. E’ la tecnica più utilizzata in quanto il recupero della vista è molto rapido e con un decorso post operatorio semplice e indolore.

Lasek PRK/LASEK

La PRK/LASEK (cheratotomia fotorefrattiva/Laser assistita cheratomileusi subepiteliale) è una tecnica di superficie, viene eseguita rimuovendo l’epitelio (parte superficiale della cornea) ed applicando un unico laser sulla parte anteriore della cornea per modificare la sua curvatura. Dopo il trattamento viene applicata una particolare lente a contattato terapeutica che viene utilizzata per proteggere l’occhio e indispensabile per la ricostituzione dell’epitelio corneale. Per i primi 3 o 4 giorni dopo l’intervento è normale avere bruciore e un’intensa lacrimazione, infatti vengono consigliati degli antidolorifici in caso di fastidio. Queste altre tecniche permettono di intervenire su quei pazienti che non possono essere trattati con il LASIK, ottenendo comunque gli stessi risultati.

In ogni caso, è sempre l’oculista che, dopo aver valutato il paziente in sede di prima visita e aver analizzato tutti gli esiti delle prove effettuate, in particolar modo lo spessore corneale, decide se è possibile effettuare l’intervento e quindi il tipo di tecnica più adeguata da impiegare per il singolo paziente.

FASE pre OPERATORIA

In Clinica Baviera tutto il processo pre e post operatorio dell’intervento laser agli occhi è gestito da un’equipe diretta dal chirurgo oftalmologo di riferimento, che realizzerà l’operazione. La prima visita è fondamentale, infatti vengono eseguiti tutti gli esami diagnostici necessari affinché si possa procedere a stabilire l’idoneità del paziente:

  • Se la persona fa uso di lenti a contatto morbide è importante sospenderne l'utilizzo almeno quattro giorni prima della visita, se semirigide o rigide almeno quindici giorni prima.
  • Verificare lo stato di salute del paziente in generale (ad esempio non essere in gravidanza, allattamento o soffrire di patologie oculari).
  • Verificare in particolare lo stato di salute degli occhi (non essere in presenza di una cornea molto sottile).
  • Assicurarsi dell’assenza di patologie o di controindicazioni all’intervento (come diabete grave, malattie autoimmuni del tessuto connettivo come la artrite reumatoide in forma attiva o grave, cheratocono, etc).

Controllare lo stato di salute del paziente con una visita oculistica è molto importante per poter permettere allo staff medico di effettuare diverse prove optometriche e oculistiche, necessarie a stabilire l’idoneità al laser e quale tipo di trattamento di chirurgia refrattiva impiegare.

FASE POST OPERATORIA

È importante ricordare quanto sia fondamentale la collaborazione del paziente durante le diverse fasi dell’intervento. Subito dopo l’operazione il chirurgo controlla il soggetto in una prima visita di controllo, dando tutte le informazioni necessarie da seguire (terapia post operatoria e altre precauzioni).

Il paziente rimane a riposo nella clinica per circa 30 minuti durante i quali il dottore effettua una seconda visita di controllo. Una volta terminato il riposo, il paziente può lasciare la clinica disponendo già di una buona vista che gli permetterà di tornare a casa senza bende, ma con solo la protezione di occhiali da sole. Tutto il processo dura all’incirca un’ora.

Il recupero con la tecnica Lasik è molto rapido e il paziente solitamente può tornare alla sua vita quotidiana e al lavoro già dal giorno seguente. In caso di Prk/Lasek il recupero può richiedere qualche giorno in più.

Il paziente può presentare qualche lieve disturbo nei giorni successivi all’intervento, ma la vista continuerà a migliorare molto rapidamente e potrà tornare alla vita abituale in funzione della velocità di recupero che varia da persona a persona.

Nel decorso post operatorio è importante effettuare la terapia con colliri antibiotici e lacrime artificiali.

Nel post operatorio è indispensabile avere cura dei propri occhi, infatti, è consigliato: lavarsi la faccia evitando che l’acqua entri negli occhi, non strofinarsi gli occhi, non truccarsi per due settimane, evitare sport traumatici e piscina per almeno due settimane.

Nel nostro centro, l’equipe medica effettua controlli post operatori in diversi momenti:

Reloj

A poche ore dall’intervento laser agli occhi.

Calendario

A una settimana dall’intervento.

Calendario

A un mese dall’intervento.

Meses

Successivamente, a seconda dei casi, dai tre ai sei mesi dall’intervento.

In Clinica Baviera ci assicuriamo non solo che il trattamento sia efficace e incontri le aspettative dei nostri pazienti, ma lavoriamo anche affinché sia accessibile a sempre più persone. Per questo motivo in Clinica Baviera il costo dell’operazione laser agli occhi è davvero contenuto e a differenza di altre strutture, include nel prezzo tutti i controlli post operatori fino alle dimissioni.