Presbiopia: che cos’è?

La presbiopia è un difetto che colpisce in genere dopo i 40 anni di età, è dovuto all’invecchiamento della nostra lente naturale, il cristallino, che con il tempo perde elasticità e capacità di messa a fuoco. Tra i sintomi vi è la difficoltà di leggere da vicino. Questo disturbo non si può prevenire ma si può curare.

UN DIFETTO SEMPRE PIÙ DIFFUSO

La presbiopia è il principale difetto visivo che colpisce la popolazione sopra i 40 anni, e la sua incidenza è in continuo aumento. Si prevede che, tra dieci anni, più della metà della popolazione sarà affetta da presbiopia a causa di diversi fattori: dall’incremento dell’aspettativa di vita, grazie alle sempre migliori condizioni sanitarie, al progressivo invecchiamento della popolazione.

PRESBIOPIA E ATTIVITÀ DEL CRISTALLINO

L’occhio normale, a riposo, si adatta alla visione da lontano. Nel momento in cui l’occhio deve focalizzarsi su oggetti vicini, come, ad esempio, leggere un libro, il display del telefonino o il menù del ristorante, deve mettere a fuoco, compiendo uno sforzo conosciuto come accomodazione. Questo sforzo viene compiuto dal cristallino.

Il cristallino è una lente naturale che fa parte del sistema oculare. Si trova dietro l’iride e serve per mettere a fuoco le immagini, esattamente come fa lo zoom di una macchina fotografica.

Con il passare degli anni il cristallino perde la sua elasticità e, con essa, la sua capacità di accomodazione. L’elasticità del cristallino non si perde di colpo, ma si riduce progressivamente a partire dai 40 o 45. La presbiopia peggiora gradualmente per poi stabilizzarsi intorno ai 60 anni di età.

SINTOMI

I sintomi della presbiopia riguardano essenzialmente la difficoltà a mettere a fuoco gli oggetti da vicino ed è nessario allontanarli per poterli vedere correttamente. Si allontanano sempre di più, finché la lunghezza del braccio non è più sufficiente: a quel punto le opzioni sono due, o mettere occhiali da vista con lenti progressive, o sottoporsi a un trattamento di chirurgia refrattiva.

Trattamento della presbiopia

In Clinica Baviera disponiamo di due tecniche chirurgiche per eliminare la presbiopia: la lente intraoculare multifocale e il Laser (o visione combinata).

Questi interventi di chirurgia refrattiva sono entrambi efficaci, ma non tutti i pazienti risultano idonei a queste tecniche. Per capire quale sia il trattamento più idoneo è fondamentale sottoporsi a una visita refrattiva, nel corso della quale il medico valuterà la tecnica più adeguata secondo il caso specifico.

Con l’impianto di lenti intraoculari è inoltre possibile correggere, nello stesso intervento, anche i difetti refrattivi, come miopia, ipermetropia e astigmatismo.

La tecnica laser che si utilizza per la visione combinata è la stessa che viene impiegata per la correzione dei difetti visivi e ha come obbiettivo quello di potenziare la specializzazione della vista da vicino, senza intaccare la sensazione di visione binoculare lontano-vicino.

"Attualmente circa 25 milioni di persone in Italia, tra i 45 e 60 anni di età, soffrono di presbiopia"

PREZZI E FINANZIAMENTI

In Clinica Baviera ci assicuriamo che i trattamenti siano accessibili a tutti i pazienti. Per questo motivo offriamo diverse possibilità di finanziamento in modo che il prezzo non rappresenti un ostacolo al vostro intervento per correggere la presbiopia.