Vedo macchie negli occhi: è grave?

Salute degli occhi
Vedo macchie negli occhi: è grave?
28/03/2019

 

La visione di piccole macchie o punti grigi negli occhi grigi che sembrano fluttuare davanti a noi, e che sono molto più evidenti quando guardiamo su uno sfondo chiaro o luminoso, è un disturbo visivo molto frequente che, a meno che non sia accompagnato da altri sintomi, di solito non è grave.

Il suo nome scientifico è miodesopsia, anche se sono conosciuti come “mosche volanti”. Approssimativamente il 70% delle persone arriva a percepire, ad un certo punto della propria vita, le miodesopsie fastidiose, ma quasi sempre innocue. Di solito non sono il pre-sintomo di una malattia più grave, né compromettono la visione. Anche se queste “mosche volanti” possono essere molto fastidiose per alcune persone, specialmente quando si guarda un foglio bianco o uno sfondo chiaro e luminoso.

Il momento di maggior evidenza di questi piccoli punti fluttuanti davanti ai nostri occhi si verifica quando guardiamo una superficie illuminata in modo omogeneo e con molta controluce, come uno schermo di computer con uno sfondo bianco o un colore molto chiaro.

Straordinariamente mobili, queste particelle non vengono catturate dallo sguardo, brulicano intorno ai nostri occhi e diventano più fastidiose quando sono al centro della visione. In effetti, le miodesopsie, come le vere, sono un fastidio piuttosto che un problema reale, perché la maggior parte delle volte non interferiscono con la visione in modo veramente significativo.

Perché si formano? 

Queste macchie sono ombre proiettate sulla retina dovute a irregolarità dell’umore vitreo, che è un liquido gelatinoso e trasparente che riempie lo spazio tra la superficie interna della retina e la parte posteriore del cristallino. L’umor vitreo non deve essere confuso con l’umore acqueo, che è meno denso e con una posizione diversa: tra il cristallino e la cornea.

Per quanto riguarda le cause della formazione di queste condensazioni nel vitreo, la verità è che possono essere molteplici: invecciamento, essere miope o soffrire di diabete. In ogni caso, ci sono anche giovani che non soffrono di miopia o diabete ma che riferiscono di vedere questi fastidiosi corpi volanti.

Si possono curare? 

Attualmente nessun farmaco o intervento chirurgico si è dimostrato efficace per l’eliminazione di questi punti mobili, di un colore grigio più o meno intenso, davanti agli occhi. Al momento della loro comparsa e al massimo qualche settimana dopo, il paziente è ansioso e preoccupato. Ma la verità è che la stragrande maggioranza delle persone si abitua a loro così tanto da non accorgersi nemmeno di visualizzarle.

In casi estremi, è possibile ricorrere a una tecnica chirurgica chiamata vitrectomia, consistente nell’estrazione dell’umore vitreo e nella sua sostituzione con una soluzione salina. Ma i molti e seri effetti collaterali, incluso il distacco della retina, rendono questa opzione non sempre consigliabile.

Nel momento in cui rileviamo questi punti negli occhi, dovremmo andare al più presto all’oftalmologo per escludere un distacco di retina o altre gravi patologie come l’uveite. Se li vediamo da un po ‘di tempo, dovremmo andare dall’oftalmologo se notiamo altri sintomi, come lampi di luce (fotopsie) o se le macchie crescono in numero o dimensioni, o se rimangono statiche.

 

Articolo rivisto dal Dottor Marco Moschi, chirurgo oftalmologo di Clinica Baviera Italia.

 

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Lascia un commento