Che cosa sono le fotopsie e da cosa dipendono?

Salute degli occhi
Che cosa sono le fotopsie e da cosa dipendono?
18/07/2018

 

Le fotopsie, note anche come “fosfeni”, si manifestano con sensazioni visive e luminose, simili a bagliori, lampi di luci o flash; questi possono essere anche di diversi colori.

 Quali sono i sintomi delle fotopsie?

 La comparsa improvvisa, in assenza di un reale impulso luminoso proveniente dall’ambiente esterno, può indicare la presenza di un problema da insignificante a piuttosto serio. Le fotopsie, solitamente compaiono perifericamente e possono durare da pochi secondi a diversi minuti. Si possono percepire sia con gli occhi chiusi che aperti.

Da cosa vengono causate le fotopsie?

 Le principali cause delle fotopsie sono:

  • Patologie della retina, come retinoblasfoma, retinopatia diabetica e distacco della retina che devono essere trattate tempestivamente perché possono avere gravi conseguenze sulla visione.
  • Patologie del corpo vitreo, che tende a perdere aderenza sulla retina fino a un possibile distacco.
  • Patologie delle vie ottiche cerebrali.
  • Forti cefalee, in particolar modo l’emicrania con aura.
  • Toxoplasmosi, patologia infettiva che fra i vari sintomi include i fosfeni.

Inoltre, i fosfeni possono presentarsi a causa di una stimolazione meccanica, ad esempio quando stropicciamo gli occhi o li strofiniamo con forza, oppure con stimolazione elettromagnetica quando fissiamo una fonte di luce, come una lampada o il sole.

 Lo stress può provocare fotopsie?

 Spesso, una forte condizione di stress può causare la comparsa di fosfeni.

La cefalea oftalmica o emicrania con aura è caratterizzata da un forte mal di testa, legato a disturbi vascolari, in cui il paziente lamenta una visione con macchioline nere e scotomi scintillanti, ovvero lampi di luce intermittenti che presentano un andamento a zig zag nel campo visivo.

Quali sono i rimedi contro le fotopsie?

Dato la varietà di sintomi legati all’origine del disturbo, è necessario individuare le cause per procedere alle cure più adeguate.

  • Nel caso di distacco o rottura della retina è necessario intervenire con trattamenti con il laser o chirurgicamente.
  • Nel caso le fotopsie sono causate da problemi al corpo vitreo può essere necessario incrementare l’assunzione di sali minerali e acqua per ristabilire la giusta idratazione.
  • Nel caso di cefalee oftalmiche è indispensabile un opportuno trattamento farmacologico.

Quando rivolgersi al proprio medico?

E’ opportuno rivolgersi all’oftalmologo nel caso in cui siano già state riconosciute alcune malattie correlate al sintomo. Una visita oculistica con esami pertinenti può essere necessaria per individuare il motivo che ha scaturito tale condizione.

 

 

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Join the discussion 8 Comments

  • Obliteschi ha detto:

    In seguito ad incidente stradale, avere queste fotopsie, è normale? Devo aspettare che passi?

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Alessandra, a seguito di un incidente stradale, date le improvvise fotopsie le consigliere una visita approfondita con uno dei nostri specialisti. Sicuramente potranno indicarle la sua situazione visiva e come trattare al meglio il disturbo. La ringrazio per averci contattato, le auguro una piacevole giornata.

  • Rossella ha detto:

    Buongiorno, soffro di occhi secchi da alcuni anni, ma da quando sono in gravidanza la situazione è peggiorata nonostante l utilizzo di lacrime artificiali.Ho effettuato una visita oculistica ad agosto ed era tutto normale pero pochi giorni fa mi è capitato di vedere dopo essere stata all’aperto onde luminose che mi hanno impedito di vedere bene per qualche minuto da un occhio. Cosa può essere? Grazie Rossella

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Rossella, potrebbe essere l’aura di una cefalea oftalmica. Suggerisco comunque un controllo oculistico. Grazie per averci scritto. Buona giornata.

  • Milan ha detto:

    Salve ,ho solo 16 anni e sono miope per tutti e due gli occhi (-4.25 e -3.75),ho le cossidette “mosche volanti da tanto tempo ormai e dopo l ultima visita oculostica non mi hanno detto nulla di importante apparte che ho un piccolo foro nella retina del occhio sinistro,non mi hanno fatto nulla,hanno consigliato di farmi visitare almeno una volta all anno.
    Oggi ho avuto dei lampi di luci per 10 secondi o di meno ad occhi chiusi.. potrebbe trattare del distaccamento della retina ?anche se sono così giovane mi può capitare?oppure sarà solo una conseguenza di troppo stress?

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Milan,

      la presenza di mosche volanti e di lampi detti fosfeni consiglia una visita oculistica da un retinologo in tempi brevi.

      Grazie per averci scritto.
      Buona giornata.

  • Francesca lisci ha detto:

    Buona sera 15 giorni fa ho avuto un trauma all occchio e ora che l occhio sembrava okk sono comparsi questi puntini di luce che peggiorano di giorno in giorno ora sono diventati dei veri flash che mi danno tanto fastidio..in pronto soccorso l oculista mi ha detto che la rerina e’ tutto okk .ma sd il problema persei ribolgermi ad un oculista…ma passano da soli questi flash..sono talmente forti che mi spavento e d istinto mi giro per vedere chi mi ha puntato la luce nell occhio

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Francesca,

      sarebbe opportuno che si facesse rivedere da un oculista in tempi brevi.

      La ringraziamo per averci scritto.
      Buona giornata.

Lascia un commento