Orzaiolo e calazio: quali sono le differenze e le cause

Consigli
Orzaiolo e calazio: quali sono le differenze e le cause
13/03/2018

Calazio e orzaiolo sono disturbi antiestetici, a volte dolorosi, che colpiscono l’occhio e non vanno confusi tra di loro.

Cos’è il calazio e come si manifesta?

Il calazio è una cisti granulosa (meglio definita lipogranuloma) che può formarsi all’interno della palpebra a causa di un’infiammazione cronica della ghiandola di Meibomio il cui dotto escretore si ostruisce. Questa ciste, si forma all’interno della palpebra superiore o inferiore e di norma non è infettiva. A seconda che si collochi vicino al margine cigliare o più verso la congiuntiva si definisce rispettivamente calazio esterno o interno, anche se in alcuni casi possono sussistere entrambi contemporaneamente (si parla quindi di calaziosi). Il calazio si riconosce per il rigonfiamento all’interno o sul bordo della palpebra ed è generalmente indolore. Il calazio, normalmente aumenta di dimensione, partendo da un piccolo puntino biancastro, poco visibile, fino a diventare una cisti più grande, quasi come una nocciolina. I sintomi tipici del calazio sono prurito, arrossamento, sensazione di corpo estraneo nell’occhio, fotofobia e nella maggior parte delle volte lacrimazione. Rispetto all’orzaiolo è meno doloroso.

calazio foto

Cos’è l’orzaiolo e come si presenta?

L’orzaiolo è un’infiammazione acuta che colpisce una o più delle ghiandole sebacee delle palpebre, situate alla radice delle ciglia. Può formarsi esteriormente alla palpebra (casi più frequenti) quando colpisce una ghiandola di Zeis o di Moll, interiormente alla palpebra quando colpisce una ghiandola di Meibomio.

L’orzaiolo è spesso causato da un’infezione batterica da stafilococco che può anche verificarsi in presenza di una blefarite. I sintomi sono fastidio e bruciore oculare, arrossamento e sensibilità alla luce. L’orzaiolo si individua per il rigonfiamento all’interno o sul bordo della palpebra, a volte compare un puntino bianco che indica suppurazione. A differenza del calazio è doloroso e in casi gravi può alterarsi la temperatura corporea.

orzaiolo

Rimedi e cura

Il calazio è provocato da un’ostruzione di una ghiandola sebacea, quindi per prevenirlo basta ricorrere alla normale igiene oculare e mantenere puliti i dotti escretori delle ghiandole di Meibomio. Se si è particolarmente predisposti è bene adottare come abitudine pulire mattina e sera accuratamente le ciglia e le palpebre con un cotton fioc imbevuto di acqua calda. Una volta che la ghiandola di Meibomio si svuota il calazio può guarire spontaneamente, anche se è consigliabile una terapia  con impacchi caldi per agevolarne la guarigione. In alcuni casi può anche associarsi, in situazioni più gravi, una blefarite che va contrastata da un’antibioticoterapia topica. In alcuni casi potrebbe essere anche necessario un piccolo intervento chirurgico per incidere la cisti eliminado il pus all’interno. Da non escludere problematiche di alterato transito e colecistopatie eventualmente diagnosticate tramite appositi esami all’apparato gastroenterico al fine di verificare funzionalità epatica, alterazioni della colecisti e dell’intestino o del colon.

Anche nel caso della cura dell’orzaiolo è bene tenere l’occhio pulito, agevolando la maturazione e, quindi, la regressione dell’escrescenza attraverso impacchi, più volte al giorno, di garze imbevute in acqua non troppo calda. Il dolore si allevia quando si rompe l’ascesso e l’orzaiolo espelle il pus giallastro presente all’interno. Se l’orzaiolo è interno sarà molto più difficile da raggiungere e da curare con rimedi naturali. In questo caso il medico oftalmologo, se lo ritiene opportuno, può prescrivere pomate a base di antibiotici nel caso la frequenza della patologia inizi a diventare preoccupante.

Ti raccomandiamo di seguire il nostro blog e visitare la sezione di consigli per mantenere una buona salute visiva!

 

 

 

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Join the discussion 43 Comments

  • Cristina ha detto:

    Salve,

    Molto interessante l'articolo. Sto seguendo i vostri consigli ma Il pus all'interno del mio orzaiolo non spurga (faccio degli impacchi con garze ed acqua calda, ma nulla). Sapete di qualche altra terapia naturale per accellerare la guarigione dall'orzaiolo?

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Cristina,
      molto probabilmente il Suo è un calazio ed è arrivato il momento di intervenire chirurgicamente!
      Per valutare come procedere può chiamare il nostro numero gratuito 800228833

      Grazie mille

      Clinica Baviera Italia

  • Carmine ha detto:

    Buongiorno , ho un calazio da 5 giorni! Sto mettendo una crema cortisonica!puo' andare bene oppure per accelerare la guarigione posso fare di più! Il calazio è' situato sul bordo, in prossimità della radice celiare dell'occhio, nell'angolo interno !
    È' normale che mi abbia provavano un'abbassamento della palpebra pure? Grazie mille
    Carmine

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Carmine,
      Per accelerare la guarigione del calazio dovrebbe eseguire 2 volte al giorno delle applicazioni a palpebre chiuse con dell'acqua ben calda (imbevendo un asciugamano nell'acqua) per almeno 5 minuti per 10 giorni. Occorre inoltre utilizzare 3-4 volte al giorno un unguento oftalmico antibiotico/cortisonico. Non tutti i calazi regrediscono completamente e in alcuni casi occorre, quando il fatto acuto si è risolto, incidere il calazio per eliminare la tumefazione presente nella palpebra.

      Cordiali saluti
      Clinica Baviera Italia

      Disclaimer: Le risposte sul blog non possono essere intese come una diagnosi certa né tantomeno come un indirizzo terapeutico preciso. Chi ha quesiti medici specifici e volesse consultare Clinica Baviera, può chiamare il numero gratuito 800 22 88 33 e prenotare un consulto con uno dei nostri medici specialisti.

  • Nadia ha detto:

    Salve,

    Anche dopo aver letto l'articolo, non sono riuscita a capire bene se ho in calazio o un orzaiolo. E' una specie di pallina sotto la pelle della palpebra, molto fastioda, e alcune volte anche molto dolorosa. La prima volta, i medici mi avevo prescritto degli antibiotici e consigliato mettere impacchi caldi, per favorire la fuoriuscita del pus. Il pus pero non e' mai uscito (a dire il vero, non ho mai visto neanche il puntino bianco dalla quale dovrebbe uscire). La pallina, che stava nella rima inferiore dell'occhio, e' scomparsa dopo circa una settimana. Solo recentemente, quando mi e' spuntata un'altra pallina nella palpebra superior, mi sono accorta che la zona dove c'era la pallina precedentamente, e' rimasta gonfia (e rossa all'interno) rispetto all'altro occhio. Ci e' volute qualche giorno che la pallina si 'sgonfiasse', pero una piccolo pallina abbastanza visible e' rimasta. Di cosa si tratta? Dovrei intervenire chirurgicamente?

    Ps: la rima inferiore del occhio, esattamente dove avevo la pallina precente, ora mi fa male (ed e' lo stesso tipo di dolore e fastidio) e si sta gonfiando.

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Nadia,
      Dalla descrizione da lei fatta si evince che si tratta di un calazio. Se ha già provato per diverse settimane con impacchi di acqua calda e terapia antibiotica/cortisonica e questi trattamenti non hanno avuto successo, occorre procedere con un intervento chirurgico di asportazione del calazio.

      Le ricordiamo in ogni caso che risposte sul blog non possono essere intese come una diagnosi certa né tanto meno come un indirizzo terapeutico preciso. Chi ha quesiti medici specifici e volesse consultare Clinica Baviera, può chiamare il numero gratuito 800 22 88 33 e prenotare un consulto con uno dei nostri medici specialisti.

      Grazie
      Cordiali saluti

      Clinica Baviera Italia

  • Lalla ha detto:

    Buongiorno ho un piccolo calazio sotto la palpebra da circa 20 giorni.non mi reca alcun fastidio.è possibile lasciarlo cosi come è senza fare nulla?

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno, il calazio puo' essere curato tramite pomata antibiotica, ma se non dovesse passare bisogna eliminarlo chirurgicamente. Per qualsiasi dubbio resto a disposizione. Clinica Baviera .

  • marcella g ha detto:

    buongiorno,
    ho subito l'intervento per la rimozione di un calazio alla palpera superiore destra .
    l'oculista mi ha dato un collirio antibiotico per 3 giorni, ma non ha suturato con punti, preferendo che la parte "drenasse " fino all 'auto guarigione…
    dopo una ventina di giorni il problema sembrava essersi risolto completamente;
    ma ora a distanza di nemmeno 2 mesi dall'operazione si sta riformando un nuovo calazio nello stesso punto.
    poichè vorrei evitare un altro intervento.. vista anche l'inutilità cosa posso fare per risolvere il problema ora che la nuova formazione nn è così evidente come in precedenza
    al momento mi sono stati prescritti impacchi caldi e un unguento abase di ofloxacina.. ms dopo la mia esperienza…

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno, avendo già avuto questo tipo di problema, oltre agli impacchi che sta facendo ci sono delle piccole cure con creme antibiotiche. Ma per informazioni piu' dettagliate e valutare il nuovo calazio è meglio che consulti uno specialista. Per maggiori informazioni contatti il numero gratuito 800228833 . Cordiali Saluti.

  • Luca ha detto:

    Ragazzi a me è venuto un calazio nella palpebra superiore . Dopo un anno mi stavo quasi per operare pOi mi è scomparso da solo. So che sembra strano ma è andata così. Io consiglio di non operare subito…non sono un medico….ma farei così. … in bocca al lupo a tutti

  • Alessia ha detto:

    Salve, è da circa 10 giorno che ho un calazio, mi hanno detto di mettere pensulvit, può and bene?

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Alessia, questa pomata ha solo un antibiotico e sarebbe più opportuno un'associazione antibiotico/cortisonica.
      Buona giornata

  • alessia ha detto:

    Ciao a tutti sono Alessia, da circa due giorni ho un rigonfiamento con puntina bianca al centro sulla superficie tra la parte interna e la parte esterna dell'occhio, vicino l'angolo interno, è abbastanza dolorante.. pur leggendo l'articolo non ho ancora capito se sia un calazio o un orzaiolo..che cos'è? E come posso curarlo??

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Jessica, se dice che ha una "puntina bianca" ed è " abbastanza doloroso" potrebbe essere un orzaiolo, ma per esserne certi al 100% le consiglio una visita con uno dei nostri medici che le confermerà il problema effettivo e le darà terapia giusta per poterlo curare 🙂 . Buona giornata.

  • Magda ha detto:

    Salve
    Da due giorni accuso un Pò di fastidio e dolore sotto la palpebra..da fuori si vede che é una pallina e dentro é rosso. Soffro spesso di calazi. Mi domandavo se anche questo lo fosse. Generalmente non ho fastidi quando compaiono. Una cura con betabioptal e tobradex può andare bene?grazie rimango in attesa di una risposta,con la speranza che sia veloce.

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Madga, potrebbe essere un piccolo calazio, per curarlo normalmente si inzia con un unguento antibiotico per qualche giorno , nel caso non dovesse passare si procede con incisione chirurgica. Non potendolo vedere, le consiglio una visita con uno dei nostri specialisti che sicuramente le darà indicazioni più precise e le troverà la soluzione migliore per risolverle il problema. Grazie per averci contattato. Buona giornata.

  • Giulio ha detto:

    Buongiorno,
    ho un calazio da circa un paio di mesi sulla palpebra superiore, ma sembra che pian piano la punta bianca stia andando verso l'esterno (verso le ciglia).
    Visto che ho eseguito presso di voi un intervento Lasik il 4 ottobre, vorrei sapere se posso mettere la crema antibiotica (Eubeatal) che già mi aveva prescritto il dott. Notaro prima dell'intervento, o se ci sono controindiciazioni legate all'intervento.
    Grazie

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Sig. Demarco, ho già avvisato la Clinica di Torino e a breve il Dottor Notaro la chiamerà per fornirle le indicazioni necessarie. Grazie per averci contattato. Buona giornata.

  • Estella ha detto:

    Buon giorno !
    O un occhio rosso da 4 settimane fa anche un po male o notato che si vede anche un puntino bianco tipo un brufolo
    Si tratta di un orzaiolo interno ???
    Grazie

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Estella, normalmente l'orzaiolo è doloroso mentre il calazio no. Dalla sua descrizione potrebbero essere entrambi. Nel caso di orzaiolo potrebbe essere sufficiente una cura con un unguento antibiotico. Per aiutarla a risolvere il suo problema, le le consiglio una visita con uno dei nostri medici che le darà una terapia adeguata. Grazie per averci contattato. Buona giornata.

  • Christian ha detto:

    Salve dopo aver avuto un infiammazione della palpebra (il mio medico mi ha detto che si trattava di un orzaiolo) mi è rimasta una piccola pallina, Che a distanza di un mese e ancora presente, inoltre da una settimana ho avuto lo stesso problema all’altro occhio con la comparsa di una altra piccola protuberanza sempre nella palpebra. Potrebbe trattarsi di calazio? Sono un po’ preoccupato.

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Christian, come le ha diagnosticato il suo medico, dovrebbe essere un orzaiolo. Riguardo alla protuberanza sorta nell'altro occhio, se non è dolorosa potrebbe essere un calazio, le consiglio una visita specialistica con uno dei nostri dottori che le darà la diagnosi corretta e una terapia per risolvere il problema :). Grazie per averci contattato. Buona giornata.

  • Kia ha detto:

    Buona sera, ho avuto due volte il calazio all'occhio.destro. da ieri al sinistro, dopo aver strofinato l'occhio che mi dava fastidio, mi è uscito un bozzetto, oggi ho notato una puntina bianca che però si è affievolita. Ora mi da un leggero prurito e mi fa un po' male perché comunque sbatto le palpebre, cosa posso fare? Grazie

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno, potrebbe bastare un un'unguento antibiotico per risolvere il suo problema. Ma per avere la certezza per risolvere l'inconveniente, le consiglio una visita con uno dei nostri specialisti che sicuramente le darà l'indicazione corretta per eliminare il calazio. Grazie per averci contattato. Buona giornata

  • Alicia Saavedra ha detto:

    Buona sera, ho cominciato ad avere di fastidi al occhio sinistro da agosto 2017 ho pensato subito sia l’orzaiolo perché da piccola li ho avuto qualche volta e mi passavano da soli facendo attenzione alla igiene. Questa volta no andata cosi ho fatto già due visite oculistiche la prima dandomi delle creme oftalmologhe antibiotici como la corti-zona (oxacim, betabioptal) sto usando anche un gel detergente per la pulizia delle palpebre e anche del collirio (tetramil) che quest’ ultima mi fa stare meglio perche ci sono giorni che ho anche del bruciore e e vista nuvolosa.
    DA agosto fino ad oggi ho avuto diverse complicazioni pur facendo tutte le indicazione che mi hanno prescritto tra impacchi, riposo medicine ecc… (tra l”altro adesso sono entrambe gli occhi) per fino l’ultima visita fu dal dermatologo perché il secondo oculista me lo ha consigliato dicendomi che avevo anche un problema di pelle.
    La cosa strana dei miei sintomi e che tutto quello che faccio al inizio sembrano funzionare ma poi non fanno più effetto e sono sempre stabile mi riescono le palline gialle alle palpebre a volte sono dolorose altre volte no, ho anche le lacrimazioni e le secrezioni gialle che durante le giornate si fanno tutti i santi giorni.
    Adesso per esempio da tre giorni ho notato un’altra novità che il mio occhi sinistro (non palpebre) dal interno sento gonfio non so se mi spiego bene e in conseguenza ho un po gonfia la faccia como delle borse sotto ai occhi.
    La settimana prossima dovrei fare un’altra visita per avere un altro parere qui a napoli.
    Sono veramente disperata vorrei solo sapere se vi e mai capitato un caso come il mio e che si e riuscito a risolvere del tutto.

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Alicia, da come descrive il suo problema, se ha dolore, potrebbe trattarsi di orzaiolo ma quando riferisce “mi riescono le palline gialle alle palpebre a volte sono dolorose altre volte no, ho anche le lacrimazioni e le secrezioni gialle” potrebbe trattarsi anche di blefarite. Non potendola vedere, le consiglio una visita con uno dei nostri specialisti, che le darà la diagnosi corretta e la cura per risolvere il suo problema. Grazie per averci contattato. Buona giornata.

  • Natasha ha detto:

    buongiorno,da poco meno di una settimana ho un fastidio all occhio sinistro,pizzico e irritazione…lievemente gonfio e un puntino giallino tutto questo all interno perché all esterno non si nota nulla … l oculista mi ha prescritto il gel Tobradex da applicare 3 volte al giorno ma leggendo il foglietto illustrativo è sconsigliato per l orzaiolo,quindi cos è?…adessoa sei giorni noto solo un po’ meno fastidio ma quel puntino giallo ancora non va via…evito cosmetici e lenti ovviamente…ma ho paura che sia qualcosa di grave…non mi era mai successo!

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Natasha, sarebbe meglio seguire i consigli dell’oculista che l’ha visitata. Nel caso volesse un altro parere, le consiglio una visita con uno dei nostri specialisti che sicuramente le darà l’indicazione più corretta per risolvere il suo problema. Grazie per averci contattato. Buona giornata.

  • silvia ha detto:

    Ho una pallina sul bordo dell’occhio, però non mi fa male e non è nemmeno rosso. Il medico mi ha detto che si tratta di un calazio ma a me sembra piuttosto un peduncolo Da che cosa posso riconoscerlo? È una pallina piccola piccola dura esterna

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Silvia, il calazio normalmente ha queste caratteristiche: da prurito, arrossamento, sensazione di corpo estraneo nell’occhio, fotofobia, lacrimazione e poco dolore. Per maggiori informazioni le consiglio una visita approfondita con uno dei nostri medici, sicuramente le sarà d’aiuto. Grazie per averci contattato. Le auguro una buona giornata.

  • Gabriele ha detto:

    Buongiorno.
    Soffro spesso di orzaioli ma curandoli con camomilla e nux vomica nel giro di qualche giorno sono sempre spariti. L’ultima volta però ho fatto l’errore di far fuori uscire volontariamente il pus..l’orzaiolo si è sgonfiato ma è sempre rimasto fuori dall’occhio nella parte sopra una specie di segno. Adesso mi sta tornando l’orzaiolo ma a differenza delle altre volte non sto sentendo dolore…consigli ?

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Gabriele, se continua a venire continuamente è meglio farsi vedere da un medico che le indicherà la cura appropiata per risolvere il suo problema.

  • Tiziana ha detto:

    Salve da qualche giorno ho dolore all’occhio dx ma non ho fatto tanto caso al problema.. invece da due giorni a questa parte mi si è gonfiato l’occhio, dolore, rossore all’interno e un po’ di prurito. Il medico curante mi ha prescritto il “pensilvit” . Appena lo tocco e chiudo le palpebre sento dolore forte! Non vedo nessun puntino giallo o bianco. Vorrei capire se si trattasse Di orzaiolo e cosa potrei fare x alleviare i sintomi tipo impacchi con cosa? Oppure un’ anestetico. Grazie.

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Tiziana, bisognerebbe vedere lìeffettivo problema, io le consiglio al più preso una visita con uno dei nostri specialisti che saprà indicarle la cura giusta per trattare il suo problema.

  • Simona ha detto:

    Salve da qualche giorno ho un dolore alla palpebra destra mentre la chiudo come se mi tirasse la coda dell’occhio ma non ho nessun gonfiore sono stata dall’oculista mi ha prescritto Betabioptal 4 volte al giorno e il detergente Naviblef 2 volte al giorno ma sono passati 5 giorni senza nessun miglioramento mi potete aiutare? Grazie

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Simona, le consiglio sentire il suo oculista per indagare sul problema, magari servono degli esami più mirati per poter trattare al meglio questo fastidio. Grazie per averci contattato. Le auguro una buona serata.

  • Daniele ha detto:

    Buongiorno, esattamente l’anno scorso mi è arrivato l’orzaiolo per 5 mesi: cresceva, scoppiava e tempo tre o quattro giorni ne cresceva un altro. Per tutta la primavera e estate non ne ho mai visto uno ma poi alla seconda settimana di settembre mi è ritornato. Ora sono a quota 3 ed è il più grande che abbia mai avuto. Non riesco a dormire o leggere o tenere lo sguardo basso. Vi prego aiutatemi

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Daniele,magari è semplicemente necessario l’utilizzo di un unguento, ma per maggiore sicurezza le consiglio una visita con uno dei nostri specialisti che le darà la soluzione più idonea per trattare il suo problema. Le auguro una buona giornata.

  • Alex ha detto:

    Carissimi Dottori , richiedo gentilmente la vostra attenzione per un consulto telematico in attesa di visita oculistica prenotata per fine mese.
    Da un paio di giorni ho notato all’interno della palpebra inferiore destra una piccolissima pallina bianca come se fosse un piccolissimo brufolo o pietra di sole.
    Leggendo in internet ho letto che potrebbe essere un calazio o un orzaiolo.
    Ammetto che non mi da fastidio ne dolore ne gonfiore ma solo una leggerissima sensazione di corpo estraneo alla chiusura delle palpebra.
    Attualmente mi sto lavando e facendo impacchi con acqua calda e camomilla in attesa della visita prenotata.
    So che non è molto specifico ma allego i link delle foto effettuate empiricamente.
    https://ibb.co/gOBGmL
    https://ibb.co/bMUQff

    Spero che non sia nulla di grave.

    Anche nella palpebra sinistra inferiore è presente una cosa uguale ma ancora più piccola.
    Cosa mi consigliare di fare ed applicare in attesa della visita? collirio crema antibiotica?

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      BUongiorno Alex, continui a tenere pulita lavando l’occhio e con impacchi di camomilla. Durante la visita le faranno degli accertamenti approfonditi e se necessario potrà iniziare una cura antibiotica. Grazie per averci contattato.

      • Alex ha detto:

        Salve e grazie della risposta.
        Dopo due giorni lanpiccolissima pallina è sparita sulla palpebra destra Emma sinistra ancora più piccola è rimasta.
        Alla visita mi hanno detto che sono piccolissimi frammenti di sebo che possono rimanere lì.
        Grazie

Lascia un commento