Tutti gli articoli di Clinica Baviera Italia

I benefici di fare sport godendo di una buona salute oculare

Salute oculare e qualità di vita sono due concetti difficilmente separabili, perché, per godere a pieno di ogni attività, sia a lavoro, che durante il tempo libero la vista è un senso fondamentale.

Perciò, è importante seguire sane abitudini e prendersi cura della nostra vista realizzando controlli oftalmologici periodici, che saranno più o meno frequenti a seconda dell’età, della nostra salute generale, degli antecedenti familiari di patologie visive e per risolvere personali e particolari esigenze visive.

sport senza occhiali

Realizzare sport regolarmente rappresenta un grande stimolo per prendersi cura della vista 

Realizzare sport è spesso una grande motivazione per prendersi cura della vista, e sviluppare a pieno la potenzialità di questo senso. Gli esami oftalmologici e optometrici permettono di diagnosticare patologie oculari che possono svilupparsi e degenerare senza sintomi apparenti e anche per individuare possibili problemi di rifrazione come miopia, ipermetropia e/o astigmatismo o tutte le altre limitazioni visive che possono condizionare negativamente il nostro rapporto con lo sport.

Fare sport, mantenere una dieta equilibrata evitando o limitando il consumo di alcohol e nicotina, apporta dei grandi benefici nella prevenzione di malattie sistemiche o generali come l’ipertensione, ipercolesterolemia, malattie cardiache o diabete, che influiscono negativamente sulla qualità visiva.

Dobbiamo tenere ben presente che il rapporto fra sport e vista è molto stretto, poiché la maggior parte degli sport richiedono prontezza, precisione e efficacia visiva.

Una buona acuità visiva a tutte le distanze ci permette di godere di una buona visione, sia statica che dinamica, sia centrale che periferica, nonché di discriminare i dettagli, azione fondamentale per una corretta realizzazione di sport come il tennis o il golf.

L’importanza di correggere difetti refrattivi

Se la qualità della vista non è idonea, a causa di un problema di rifrazione (miopia, ipermetropia e / o astigmatismo), è fondamentale correggerlo per realizzare lo sport che desideriamo con il comfort e la sicurezza di cui abbiamo bisogno per dare il meglio di noi stessi, raggiungendo il livello più alto del nostro potenziale, senza che il difetto ci faccia rendere al di sotto delle nostre possibilità reali.

bambino in bici

Gli occhiali e le lenti a contatto possono aiutare ad avere una visione accettabile, ma non sono comodi e spesso sono incompatibili, per questioni di norme e regolamento, con la pratica di alcuni sport, in particolar modo con sport acquatici e di contatto fisico.

Fortunatamente, la chirurgia refrattiva consente alla stragrande maggioranza delle persone che soffrono di errori di rifrazione visivi, di dire addio agli occhiali e alle lenti a contatto. La tecnologia attuale, con laser, permette la realizzazione di un intervento rapido e semplice.

Per i motivi precedentemente esposti, la correzione dei difetti visivi è il primo passo da compiere prima di iniziare a praticare il tuo sport preferito.

Sport-LUNES-6
Continua a leggere

10 consigli per evitare le allergie oculari in primavera

In primavera dobbiamo prenderci cura dei nostri occhi e non sottovalutarne l’arrossamento, il gonfiore e il bruciore, perché generalmente sono i tipici sintomi dell’allergia oculare, causata dal polline, e che spesso è accompagnata da congestione nasale, starnuti e mal di testa.

Imagen-interna-alergia-650x433

Ecco qua 10 consigli per evitare le allergie:

  1. Conoscere la causa dell’allergia è fondamentale per affrontarla efficacemente, per questo motivo il primo passo é prendere appuntamento con l’allergologo e l’oculista.
  2. Ridurre al minimo il contatto. Una volta conosciuta la causa dell’allergia oculare è desiderabile ridurre o evitare il contatto con l’agente causale.
  3. Mantenere finestre chiuse, sia in macchina che in casa. In auto, è conveniente pulire i filtri dell’aria.
  4. Utilizzare grandi occhiali da sole, per evitare il contatto con il polline e minimizzare il passaggio della luce.
  5. Lavarsi le mani con frequenza e evitare di strofinare gli occhi con le dita.
  6. Ridurre le attività all’aria aperta soprattutto durante le ore di massima concentrazione di polline: la mattina presto e nel tardo pomeriggio.
  7. Usare una soluzione fisiologica che aiuta a mantenere la superficie oculare pulita alleviando irritazione e secchezza.
  8. Fare la doccia la sera usando cosmetici, saponi e shampoo ipoallergenici che aiutano a proteggere la pelle dopo l’esposizione al polline.
  9. Usare antistaminici e decongestionanti oculari che contengono antistaminici per ridurre il prurito. Anche se deve essere sempre un medico a prescriverli, perché l’uso prolungato può aumentare l’irritazione della pelle.
  10. Usare corticosteroidi per coloro che soffrono di forte allergia oculare la prescrizione di qualche goccia di steroidi aiuta a combattere rossore e gonfiore.

Durante questa stagione le piante che generano più reazioni allergiche sono: Ulivo, Cipresso, Salsola, Banano e Parietaria. Per prevenire i sintomi della congiuntivite allergica consigliamo di evitare il contatto con queste piante.

10-consigli-allergie-LUNES-30
Continua a leggere

La comodità di vivere senza occhiali grazie alla tecnica Lasik

I risultati straordinari offerti dalla chirurgia refrattiva attraverso la tecnologia Lasik, caratterizzata dalla semplicità dell’intervento, dal rapido recupero post operatorio e dall’assenza totale di dolore,  spingono sempre più persone a sottoporsi a questo trattamento che ha come obiettivo correggere gli errori di rifrazione oculari.

La previsione per i prossimi anni, è che il numero di persone operate con questa tecnica aumenti ancora di più, per la convergenza di questi 3 fattori:

  1. Lo sviluppo tecnologico consentirà una maggiore precisione degli interventi;
  2. I medici, responsabili delle operazioni, grazie alle loro esperienze nel campo della chirurgia refrattiva sono sempre più preparati e capaci di elaborare dei protocolli medici più esatti.
  3. Tariffe convenienti con possibilità di finanziamento.

La Tecnica Lasik è una tecnica sicura

Nonostante gli innegabili progressi che hanno permesso la realizzazione di occhiali e lenti a contatto sempre più confortevoli e  personalizzati, è evidente che la possibilità di dire addio agli occhiali attira molte persone che soffrono di problemi di rifrazione visiva.

Praticare sport di contatto o semplicemente fare il bagno in spiaggia o in piscina possono trasformarsi in attività “complicate” per coloro che hanno bisogno di occhiali o lenti a contatto, perché si possono rompere, appannare, perdere e quindi impedire una buona visione del mondo che gli circonda.

La chirurgia oculare può aiutare molte persone a liberarsi dalla schiavitù delle lenti correttive, ma per potersi operare il paziente deve rispettare con alcuni requisiti basici:

  • La acuità visiva deve essere stabile, per questo motivo è necessario che il paziente abbia compiuto almeno 18 anni.
  • Godere di buona salute visiva e in generale di tutta la persona. Questo tipo di chirurgia non è raccomandata per i pazienti che soffrono di diabete, artrite reumatoide, lupus, glaucoma e infezioni (herpes) negli occhi o cataratta. Infatti, l’intervento è incompatibile con l’assunzione di alcuni farmaci.
  • La gravidanza e l’allattamento sono situazioni che possono alterare la capacità di rifrazione dell’occhio, e quindi in questi casi non è consigliato sottoporsi a questo tipo di trattamento.

In ogni caso, prima della realizzazione di un intervento di chirurgia oculare devono essere valutati, durante la prima visita refrattiva,  tutti questi fattori: le aspettative personali, lo stile di vita, il numero di diottrie, il tipo di lavoro realizzato dal paziente e naturalmente, per ultimo, però non meno importante, deve essere, sempre, un medico oftalmologo che, dopo aver realizzato e analizzato l’esame completo dell’occhio del paziente, a stabilire il tipo intervento  più indicato per ogni caso particolare.

Sei interessato al trattamento Laser? Visita il nostro sito www.clinicabaviera.it oppure chiama il numero gratuito 800228833 per chiedere maggiori informazioni.

Clinica Baviera è a Milano, Torino e Varese.

Tecnica-Lasik-ok
Continua a leggere

Il calcio e le lesioni oculari

Ogni anno si verificano più di 600.000 traumi oculari dovuti ad attività sportive.

Lo sport, più diffuso, nel quale si verificano la maggior parte delle lesioni oculari é il calcio. Vari studi hanno dimostrato che, un giocatore di calcio ha una probabilità su 50 di soffrire una lesione oculare durante la sua carriera, che di media ha una durata di 8 anni.

A parte i possibili scontri fra i giocatori che si verificano durante il gioco, le lesioni oculari in questo sport sono maggiori perché il gioco viene praticato all’aria aperta e perciò la sovraesposizione ai raggi ultravioletti, le ulcere causate da freddo e il vento o l’ingresso di agenti stranieri negli occhi sono maggiori rispetto ad altri sport che si svolgono in ambienti chiusi.

Più del 50% delle lesioni agli occhi nello sport, si verificano tra i nuovi giocatori, mentre soltanto il 13 % dei giocatori professionisti soffre di trauma oculare. L’esperienza è fondamentale per proteggere gli occhi durante lo svolgimento delle attività sportive. Nonostante questo,  gli esperti insistono che un calciatore professionista deve sottoporsi a visite oculistiche periodiche per prendersi cura degli occhi e che fondamentale controllare il corretto funzionamento di altri organi che compongono l’apparato oculare.

In generale i traumi oculari si possono suddividere in due gruppi:

  1. Traumi contusivi: che a loro volta possiamo suddividere in traumi diretti o indiretti. Nel primo caso l’oggetto contundente o il “colpo” viene accusato direttamente dall’occhio, mentre nel secondo caso sono le strutture ossee che circondano il bulbo oculare ad essere colpite e danneggiate. I casi più gravi dei traumi contusivi sono: distacco dell’iride, danni al cristallino, rottura del muscolo che controlla la dilatazione della pupilla o distacco dell’iride.
  2. Traumi perforanti: che possono essere minime perforazioni o ferite lineari del bulbo o nei casi più gravi ampie lacerazioni con sconvolgimento dell’intera architettura oculare. Molta attenzione va posta nell’evidenziare l’eventuale presenza di corpo estraneo all’interno dell’occhio.
Post-Calcio-e-lesioni-oculari-ok
Continua a leggere

La vista privilegiata dei fari marini

I fari grazie alla loro, privilegiata, localizzazione vicino al mare, offrono la miglior vista dei tramonti, dell’orizzonte infinito e delle scogliere vicine. Immagini che senza ombra di dubbio sono imperdibili per i nostri occhi.

Il loro fascino è tale che, nonostante la maggior parte continui a svolgere la funzione per la quale sono stati creati, ovvero segnalare alle imbarcazioni la prossimità della costa, alcuni di loro sono stati trasformati in hotel di lusso da cui, al risveglio é possibile ammirare l’immensità del mare, sentirne l’odore e ascoltare lo sbattere delle onde sulle pareti. Un’esperienza unica, da godersi senza occhiali e senza lenti a contatto.

Negli ultimi decenni alcuni Fari caduti in disuso, sono stati messi in vendita dal Demanio dello Stato, acquistati da privati, sono diventati moderni Hotel dotati di ogni confort.
Un esempio è il bellissimo Faro di Capo Spartivento nel sud-est della Sardegna, a cinquanta chilometri da Cagliari. La sua lanterna è un punto di riferimento per i naviganti dal 1856, e fino al 1980 ha ospitato numerose famiglie di Faristi. La struttura fu realizzata dalla Marina Militare, e in tempi recenti è stata recuperata in modo magistrale. Il faro è ora di proprietà privata, anche se la lanterna è tuttora funzionante.

Davanti al mare viene sempre voglia di fare una foto, di cui l’orizzonte marino è il protagonista indiscusso dell’immagine, a meno che non ci sia un faro vicino a rendere ancora più interessante lo scatto.

Cape Egmont Lighthouse, New Zealand
Cape Egmont Lighthouse, New Zealand

Di largo uso nel passato, oggi il numero di nuovi fari costruiti è quasi fermo, sostituiti da sistemi digitali di aiuto alla navigazione. I fari ancora operativi stanno invece subendo un processo di automazione totale per ridurne i costi di gestione e manutenzione.

La lanterna dei fari, può essere situata a diverse altezze, però il suo movimento é sempre di 180 gradi, in modo da essere perfettamente visibile dal mare. I marinai, calcolano la distanza dalla costa basandosi sull’intensità della luce e l’altezza della lanterna.

Se desideri godere di una delle viste più belle del mare, visita un faro, ne esistono tantissimi sparsi su tutta la costa italiana.

Post-faro-ok
Continua a leggere

6 illusioni ottiche che puoi creare te stesso

Le illusioni ottiche sono capaci di trasportarci in un mondo parallelo dove le proporzioni, la luce e i colori non sono ciò che sembrano. Le illusioni non smettono mai di sorprenderci e senza ombra di dubbio possiamo considerare l’illusionismo un arte che capta il momento giusto per stupire l’osservatore.
Oggi condividiamo 6 immagini di illusioni ottiche che potrete ripetere voi stessi.

Il tramonto non vi sembrerà più lo stesso dopo aver visto questa fantastica illusione ottica in cui il sole sembra un palla da calcio. Il trucco, qual’è?  La prospettiva con cui è stata realizzata la foto.

sole palla
Palla di sole

Anche in questo caso, la prospettiva ci fa dubitare di quello che stiamo vedendo. Sono macchinine o sono vere?

Macchinine o macchine vere?
Macchinine o macchine vere?

Andare in bicicletta a Londra, anche se piove spesso, è un’attività molto diffusa, però di certo non tutti possono vantarsi di avere il London Eye, come ruota anteriore della bicicletta!

London Eye
London Eye

In questo caso, il fotografo ha giocato con i colori del vestito della ragazza, che si abbinano perfettamente alle tonalità del paesaggio.

Perdersi nel mare

Anche un semplice bicchiere di plastica può essere utilizzato per creare un’immagine suggestiva. La prospettiva ci inganna di nuovo e noi sembra di avere una zanzara elicottero sul bicchiere!

L'elicottero zanzara
L’elicottero zanzara

Le nuvole sono capaci di risvegliare l’immaginazione di tutti. Come sarebbe bello soffiarle e crearle con uno spray!

cielo II

 

Provate anche voi a creare queste illusioni ottiche, e sorprendete i vostri amici!

Illusioni-ottiche
Continua a leggere

Sogni premonitori

Ti è mai capitato di sognare di sposarti con il tuo migliore amico, oppure di volare, o di perdere gli occhiali nel momento più importante della tua vita?

Non ti preoccupare, queste visioni che si verificano quando dormiamo sono conosciute come “sogni premonitori” e, dal punto di vista della psicologia, spesso, rivelano timori inconsci.
Ecco qua il significato di alcuni sogni ricorrenti:

Volare o galleggiare. É positivo e significa che ci sentiamo soddisfatti della situazione attuale, o che stiamo risolvendo un problema. La premonizione può variare a seconda di ciò che accade durante il sogno, ad esempio se stiamo volando sul mare o sulle montagne.

Mezzi di trasporto. Sognare di viaggiare su un autobus, auto o treno sono generalmente segnali di imminenti cambiamenti.
Il mondo dei sogni è un pozzo di informazioni, basta conoscerne il significato. Ad esempio, un altro sogno che suggerisce che sta per accadere qualcosa di nuovo è la visione di una gravidanza o tenere un bambino in braccio.

I colori sono un altro elemento da tenere in considerazione per interpretare i sogni. Il blu indica nostalgia, il bianco innocenza, il viola indica una malattia e l’arancione intuizione.

Animali. Vedere uno scoiattolo indica che ci sarà una rapida successione di eventi. Al contrario, vedere una tartaruga indica ritardo. Il leone è simbolo della comparsa di un nemico o di una situazione ostile, mentre il cane è indizio che abbiamo qualcuno molto fedele vicino.

I sogni premonitori non devono suggestionarci e influire sulle nostre attività quotidiane, ma anzi, devono essere considerati come “piccoli” aiuti che con una corretta riflessione sono capaci di aiutarci a far fronte a situazioni specifiche della vita!

Sogni
Continua a leggere