Che cos’è la diplopia o visione doppia?

Curiosità
Che cos’è la diplopia o visione doppia?
15/07/2021
diplopia Tempo di lettura: 5 Minuti

La diplopia è quella percezione visiva caratterizzata dalla visione doppia di uno stesso oggetto. Si tratta di un sintomo che si instaura quando il cervello percepisce un’immagine due volte, come se l’oggetto osservato si trovasse in due o più posizioni diverse simultaneamente: orizzontale, verticale o obliqua.

Quanti tipi di diplopia esistono?

La diplopia può essere monoculare (ovvero manifestarsi quando è aperto un solo occhio), binoculare (se scompare quando uno dei due occhi viene chiuso) o temporanea. Inoltre, la doppia visione può essere di tipo costante o intermittente e può verificarsi sia quando gli occhi guardano un oggetto posto di fronte a noi sia quando quest’ultimo si trova in una certa direzione che incrocia il nostro sguardo.

  • Nella diplopia monoculare, la distorsione visiva interessa il solo occhio la cui trasmissione dell’immagine alla retina è alterata o deformata. Questo aspetto è facile da misurare: quando l’occhio in questione viene coperto, la diplopia scompare ed il soggetto è in grado di vedere di nuovo in modo regolare. Mentre la prima immagine appare qualitativamente normale in termini di luminosità, contrasto o nitidezza, la seconda presenta una qualità nettamente inferiore (è il cosiddetto “effetto ghosting”). Spesso questo disturbo è causato da malattie come la cataratta o la sindrome dell’occhio secco, da difetti di rifrazione come l’astigmatismo, da patologie come lo pterigio e lesioni corneali come il cheratocono oppure da cisti, cicatrici o rigonfiamenti palpebrali.
  • La diplopia binoculare, invece, consiste in un mancato allineamento degli occhi che, non avendo la capacità di convergere per osservare l’oggetto, trasmettono alla retina un’immagine doppia. Tra le cause principali vi sono: la disfunzione dei muscoli estrinseci tipica dello strabismo; le malattie cerebrovascolari come ictus o aneurismi cerebrali; il diabete; alcune lesioni infiammatorie; la debolezza muscolare; traumi; fratture ed ematomi che interessano le aree ossee perioculari.
  • La diplopia temporanea può verificarsi a causa di episodi traumatici, ad esempio una commozione cerebrale dovuta ad un incidente, l’assunzione di alcolici in eccesso o di alcuni farmaci, casi di intossicazione o di eccessiva stanchezza fisica. Normalmente, si tratta di situazioni cliniche di breve durata in cui il disturbo si risolve spontaneamente.

Quali sono le cause della visione doppia?

Come sopra affermato, la diplopia può essere di vari tipi: binoculare, temporanea e monoculare. Quest’ultima è la meno frequente. In particolare, la diplopia monoculare dipende da alterazioni dell’occhio come ad esempio: difetti di rifrazione, cataratta, maculopatia, lesione del cristallino, sindrome dell’occhio secco, cisti palpebrali che determinano lo sdoppiamento dell’immagine.

Al contrario, la diplopia binoculare deriva soprattutto da malattie neurologiche, motivo per cui è fondamentale giungere il prima possibile ad una diagnosi corretta ed iniziare un trattamento di cura adeguato.

In questo secondo caso, le cause primarie che lo determinano sono:

  • patologie riguardanti i muscoli oculari che ne provocano il cattivo ed alterato funzionamento: un esempio può essere la distrofia muscolare o la miastenia gravis. Quando si manifestano, la prima ad essere colpita è la zona oculare e, successivamente il resto del corpo, causando paralisi di vario tipo.
  • Strabismo non curato: in questo caso non si tratta di un problema di carattere neurologico, ma di una sintomatologia derivante da un disturbo presente dall’infanzia e mai trattato.
  • Patologie infiammatorie, tumorali e ipertiroidismo: in questo caso, la diplopia è causata dalla compromissione del nervo ottico.
  • Paralisi dei nervi cranici, provocate da ipertensione, diabete, alcuni tumori, aneurismi cranici.
  • Ictus cerebrale o sclerosi multipla: queste malattie possono compromettere, infatti, il funzionamento della motilità oculare determinando diplopia, solitamente accompagnata da altri sintomi tipici delle patologie neurologiche.

Infine, quanto alle cause della diplopia passeggera, essa costituisce l’effetto collaterale di un trauma, ad esempio, di una commozione cerebrale ma anche dell’abuso di sostanze stupefacenti o di una condizione di stanchezza profonda, stress e di estremo affaticamento visivo.

Quali sono i sintomi della diplopia?

Nella maggior parte dei casi, la diplopia rappresenta l’unico sintomo sperimentato dal paziente. Quando, invece, la diplopia è causata da problemi neurologici, il “vedere doppio” può associarsi ad altri disturbi. Di seguito elencheremo quelli più comuni:

  • dolore all’occhio
  • riduzione della capacità visiva
  • alterazioni pupillari
  • tremore palpebrale (il cosiddetto “occhio che balla”)
  • tremori muscolari generalizzati
  • problemi di equilibrio
  • paralisi
  • alterazione della sensibilità
  • protrusione del bulbo oculare (esoftalamo)
  • movimenti degli occhi oscillatori, involontari e ritmici (nistagmo)
  • senso di confusione generale
  • vertigini
  • nausea
  • mal di testa costante
  • vista offuscata
  • strabismo
  • palpebre cadenti

Come riconoscere la diplopia nei bambini?

La diplopia, purtroppo, non è un disturbo che colpisce esclusivamente gli adulti. Può, infatti, riguardare anche i bambini, i quali potrebbero fare maggiore fatica a spiegare e comunicare il problema. Per questo motivo, è importante che i genitori prestino particolare attenzione ad alcuni elementi che potrebbero aiutarli ad identificare l’eventuale diplopia. In particolare dovrebbero verificare se:

  • il bambino socchiude spesso gli occhi o gira la testa per cercare di mettere a fuoco le immagini
  • tende a spostare lo sguardo lateralmente o, in alternativa, a fissarlo davanti a sé
  • ha il cosiddetto “occhio pigro” (tecnicamente noto come “ambliopia” che consiste nella riduzione della capacità visiva di uno o di entrambi gli occhi)

Queste strategie adottate dal piccolo derivano dalla flessibilità cerebrale che ci caratterizza nell’infanzia e che ci spinge a ricercare soluzioni di adattabilità.

Se la diplopia viene diagnosticata in breve tempo, è probabile che non avrà altre ripercussioni in futuro, motivo per cui, una volta individuati i possibili sintomi, è necessario sottoporre il piccolo a una visita pediatrica o specialistica.

Come si diagnostica la diplopia?

La diagnosi viene effettuata dall’oculista dopo un accurato esame della vista ad entrambi gli occhi, in cui si identifica la forma di diplopia di cui il paziente soffre. Qualora lo specialista stabilisca che il disturbo ha una causa neurologica (diplopia binoculare), verranno prescritti ulteriori esami specifici come l’elettromiografia, gli esami ematici o l’angiografia cerebrale.

In caso di diplopia monoculare sarà invece sufficiente la visita oculistica. Se, infine, si tratta di diplopia transitoria, provocata ad esempio da un colpo alla testa, è possibile che il proprio medico richieda una risonanza magnetica per valutare la forma e l’entità del danno.

Quali sono i rischi?

I rischi sono diversi a seconda che si tratti di diplopia monoculare e binoculare: nel primo caso, qualora il disturbo non venga rapidamente identificato e trattato, il problema riguarda essenzialmente la compromissione della capacità visiva del paziente; nel secondo, invece, la componente neurologica rappresenta un fattore di rischio maggiore.

Che trattamenti e cure esistono?

Nel caso di visione doppia, è fondamentale scoprire la causa, con rigorosi controlli ortottici per trattarla nel miglior modo possibile. In questo senso, ricordiamoci che, in generale, nei casi di diplopia transitoria e monoculare, si guarisce completamente.

Le soluzioni per migliorare la diplopia sono le lenti correttive, gli occhiali prismatici che favoriscono la fusione delle immagini sdoppiate ed esercizi oculari che riescono a migliorare la vista.

Nelle situazioni più gravi, può essere necessario ricorrere a un intervento chirurgico per riallineare gli occhi o ad iniezioni di tossina botulinica (botox) per diminuire o contenere la deviazione oculare.

Articolo supervisionato dal Dottor. Marco Moschi, chirurgo oftalmologo di Clinica Baviera Italia.

Fonte: 

Diplopia (Visione doppia) – MSD

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Join the discussion 39 Comments

  • Criss ha detto:

    Buongiorno, io ho riscontrato la diplopia monoculare nel fare la gamma knife 1anno fà, è possibile? Vi domando perchè in quell’occhio avevo 10/10 più di 1anno fà.
    Hanno colpito a dx dove avevo perso anche i capelli nella zona colpita. Può essere temporaneo l’effetto della visione doppia (solo in quell’occhio) o devo reagire? La vista è anche calata, ho 8/10 fino 3mesi fà fatta ad un opmetrista vicino a casa,ora non sò se è peggiorata, io ho 28anni. Cordiali saluti e grazie per chi mi risponderà

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno, le consiglio una visita specialistica, con degli esami specifici i nostri medici le sapranno dare l’indicazione più corretta. Grazie per averci contattato. Le auguro una buona giornata.

      • Criss ha detto:

        La ringrazio, è meglio andare da un neuroftalmologo o va bene anche da un oculista? Se è un problema neurologico dovuto alle gamma knife lo scoprono gli oculisti o non sanno trovare il danno/diagnosi all’occhio? Cordiali saluti e grazie

        • Massimo ha detto:

          Bgiorno Criss, volevo sapere come va con la sua diplopia trascorsi oltre due anni, Le chiedo questo perché ho avuto anch’io lo stesso problema causa trattamento con gamma knife.
          Grazie per l’attenzione

    • Vincenzo Bruzzese ha detto:

      Buon Pomeriggio
      Causa un infortunio sul Lavoro….
      Sono Caduto Da Un Tetto… 3metri di Haltezza….Sbattendo A Terra Con Tutto il Corpo
      Mi Ritrovo A Oggi A Un Mese Dall’incidente…..Con Vista Doppia E Macchie Nere…
      O Fatto 2 RM… Con Contrasto…
      1 NEGATIVA….
      2 ENCEFALO ATTENDO RISULTATI….

      Si Parla Di Un Problema al Nervo Ottico….(SECONDO VISITA OCULISTICA IN HOSPEDALE DOVE ERO IN DEGENZA)

      NON Ho Visto Ancora Nessun Miglioramento con La Terapia….. CHE Seguo….

      Bustine Di MIOPEX 2 AL DI DELTACORTENE 5MG 1 AL DI
      ANTIDOLORIFICO AL BISOGNO…

      ALTRI ESAMI

      CAMPO VISIVO RIPETUTO 2 VOLTE…
      RISULTATI PERFETTAMENTI UGUALI AL GIORNO DELL’INCIDENTE….

      CHIEDO

      Ci Sarà una Miglior Soluzione???

      Distinti Saluti
      Vincenzo Bruzzese

      • Clinica Baviera Italia ha detto:

        Salve Vincenzo, grazie di averci scritto. Purtroppo non è possibile prevedere l’evoluzione di un trauma. È probabile comunque un lento miglioramento.

      • Di Pillo Camillo ha detto:

        Circa un mese fa ho tolto un molare con le dovute anestesie, più di una, dal dentista ed il giorno dopo ho cominciato a vederci doppio. Vado dall’oculista e la duagnosi è una diplopia. E’ possibile che si sia verificato?

        • Clinica Baviera Italia ha detto:

          Salve Camillo, purtroppo senza una visita oculistica non possiamo accertare il suo disturbo visivo.

    • Sabrina Filippini ha detto:

      Buongiorno,

      sono una ragazza di 21 anni affetta da ipertensione intracranica idiopatica (Pseudotumoris cerebris).
      Questa tensione è un liquido che preme sulla vista ( sono affetta anche da diplopia binoculare ).
      È possibile sapere qualcosa di più sulla diplopia e sul mio caso ? Avete specialisti del caso?

      Grazie di cuore

  • Andrea ha detto:

    Salve da qualche tempo mi sono accorto che quando faccio attività fisica tipo corsa, giocare a calcio, e il corpo comincia a riscaldarsi, soffro di diplopia, ma appena mi fermo dopo un po’ torna tutto normale, mi sono accorto che è successo anche in una sauna stando fermo quindi sicuramente è legato alla temperatura corporea, cosa potrei fare in questi casi? Qualche consiglio per diminuire questo disturbo, grazie.

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Andrea, per valutare l’effettivo problema che le causa la diplopia le consiglio una visita approfondita con dilatazione del fondo oculare con uno dei nostri oculisti che sicuramente le saprà dare la corretta indicazione per trattare questo disturbo. Grazie per averci scritto. Le auguro una buona giornata.

  • silvana ha detto:

    soffro di diplopia da quando mi è stata accertata la “sindrome di Mèniere”
    mi hanno assicurato che sarebbe migliorata ma, ormai, dopo più di un anno la situazione non migliora, anzi peggiora,
    Grazie.
    Silvana ALoisio

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno per avere delle informazioni dettagliate le consiglio una visita approfondita con uno dei nostri oculisti, sicuramente le potrà dare l’indicazione più corretta per trattare il problema. Cordiali saluti.

  • Alessandro ha detto:

    Buongiorno. Dopo un eccesso di alcool per una festa, ho avuto visione sdoppiata per circa due ore. È un effetto dell’alcool oppure devo farmi visitare?

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Alessandro, se è una cosa passeggera potrebbe essere l’eccesso d’alcool, ma non conoscendo la sua situazione visivia e nel caso dovesse ripresentarsi il disturbo le consiglio una visita a carattere generale con uno dei nostri specialisti, sicuramente le potranno dare delle indicazioni più precise. Le auguro una buona giornata.

  • Vincenzo Leuzzi ha detto:

    Buongiorno, ho avuto un emovitreo con distacco di retina circa due anni fa. Mi sono operato e alla ripresa funzionale cioè dopo aver tolto la benda, controlli per sei mesi, hanno scoperto che mi è venuta fuori la diplopia sull’occhio operato. porto lente prismatica press on da 6^ ma ho continui mal di testa, stanchezza e sonnolenza. Ultimamente mi hanoprescritto una Rmn encefalo per lo studio del nervo ottico ed è tutto nella norma, come posso procedere per risolvere il problema? E’ vero che si puo’ intervenire chirurgicamente?
    Per l’occasione mi hanno fatto la cataratta, cristallino nuovo ed ho grossi problemi da vicino, uno vuole l’immagine vicina e l’altro più lontano, come devo fare? Grazie della risposta.

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Vincenzo, riguardo all’intervento di cristallino noi eseguiamo un trattamento unico per la correzioni di tutti i difetti: per lontano, a media distanza e per vicino. Avendo una situazione clinica un po’ particolare le consiglierei una visita approfondita con fondo oculare per la valutazione più precisa della situazione retinica e maculare, così da poterle dare un’informazione più precisa di come trattare il suo disturbo. La ringrazio per averci contattato. Buona giornata.

  • Giuseppe ha detto:

    Buon giorno, io sono stato operato per un angioma cavernoso al cervello e mi e venuta la diplopia che gia avevo fa qualche anno ma solo il mattino pomeriggio spariva… mi sono operato e mi avevano detto che sarebbe sparito in 6-7 mesi ma e un’anno e mezzo che mi sono operato e ce lo ancora dopo svariate visite in molti ospedali.. mi hanno prescritto degli occhiali prismatici ma mi fanno male gl’occhi dopo circa 2 ore non so piu cosa fare , non mi operano neanche perché lo spostamento e pochissimo aiutatemi vi prego..
    Grazie

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Giuseppe, purtroppo bisognerebbe analizzare approfonditamente la situazione. le consiglierei una visita completa con uno dei nostri oculisti, studiando il suo caso, le potranno indicare il modo più corretto per trattare il disturbo. Grazie per averci contattato. Buona giornata.

  • alessandro musio ha detto:

    buonasera clinica baviera vorrei chiedere se trattare la diplopia? e visite ortottica? mia moglie e statat operata al 4 ventricolo al cercello per papilloma e dopo intervento rimasto difetto di diplopia e sbabismo, da 10 anni senza nessuna soluzione ( dopo un intervento agli occhi da dottore campus,e tanti prisma senza soluzione) ce qualche metodo nuovo’ grazie attendo vostra email

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Alessandro, nella nostra clinica si possono effettuare visite approfondite generali o ortottiche, ma purtroppo non effettuiamo interventi chirurgici per la diplopia. Grazie per averci contattato, buona giornata.

  • alessandro ha detto:

    grazie clinica, ma volendo per una visita ortottica per capire se e cambiato qualcosa si potrebbe parlare con qualche dottore prima di partire da lecce? cio avere una email di contatto per sentire dottore e poi prendere appuntamento?

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Alessandro, grazie per averci contattato. Se è d’accordo, la facciamo chiamare telefonicamente dalla nostra ortottista per chiarire meglio la situazione. Cordiali Saluti.

  • Francesco ha detto:

    A seguito di intervento inguinale ho subito dolori alla nuca e frontali con vomito. Dopo quattro giorni ho contratto una diplopia binoculare e trascorso piu di un mese . i neurologi escludono interessamento cerebrale dopo esami di TAC e RM. Diagnosi mononevrite del VI Nervo cranico di sinistra . terapia Nicetile 500 2 fiale x 10. GG poi prosegue con Nicetile 500 2 CP x 60 GG . neuraben 100 3 x die . posso considerare il deficit transitorio e che tempi posso sperare per una positiva soluzione? Grazie

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Francesco avendo escluso un interessamento cerebrale, il problema potrebbe essere momentaneo. Per delle informazioni più precise e approfondite riguardo alla sua situazione oculare le consigliere una visita specialistica con dilatazione del fondo oculare con uno dei nostri medici. Grazie per averci contattato. Buona giornata.

  • Rosella ha detto:

    Dopo aVer tolto la tiroide per il Basedow, “diplopia binoculare, subito dopo intervento, fortemente invalidante, volevo gentilmente sapere, esiste una cura per far passare questo problema? Grazie

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Rosella, per poterle dare delle indicazioni precise le consiglierei una visita approfondita con uno dei nostri medici, sicuramente le potranno dare tutte le informazioni necessarie. Grazie per averci contattato, le auguro una buona giornata.

  • Silvia ha detto:

    Salve da circa due anni soffro di un problema di diploplia ho fatto tanti esami anche neurologici e pare che abbia uno strasbismo latente ho portato un prisma applicato ad un occhio il destro di 4 base esterna ora ho rifatto visita e mi hanno messo i vetri con il prima incorporato però di 3 occhio destro e 3 sinistro ma non vedo bene premetto che sono miopeda entrami gli occhi di 6 diottrite e nel sinistro piu 0.50 di presbiopia credo l oculista mi ha ricontrollato e ha modificato lente occhio destro con piu .50 di miopia x totale 6.50 piu prisma 3 base esterna ma non vedo bene diciamo a distanza ravvicinata…..Non so più che fare…sono confusa e abbastanza disperata vorrei qualche consiglio…Grazie

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Silvia, avendo un caso abbastanza delicato mi sento di consigliarle una visita approfondita con uno dei nostri medici per poterle fornire delle informazioni più dettagliate e aiutarla al meglio a trattare il suo fastidio. La ringrazio per averci contattato. Le auguro una buona giornata.

  • marco ha detto:

    buongiorno soffro da molti anni di diplopia monoculare e sto in cura al Policlinico Gemelli di Roma .. mi hanno fatto tutte le misurazioni del caso ed a Settembre mi opereranno al musculo dell’occhio per tenere dritto l’occhio .
    Domando se l’intervento sia risolutivo o ci sono pericoli che possa essere anche peggio ?
    grazie

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Marco, per darle delle indicazioni precise bisognerebbe valutare al meglio il suo caso. Le consiglierei una visita approfondita con uno dei nostri oculisti per riuscire a darle delle indicazioni corrette riguardo a ciò che ci ha chiesto. Grazie per averci contattato, le auguro una piacevole giornata.

  • De Conno Simone ha detto:

    a causa di un incidente avendo sbattuto la testa ho subito un trauma alla vista con la diagnosti “diplopia”la tac negativa come mi devo curare

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Simone,le consiglio una visita approfondita generale con dilatazione del fondo oculare con uno dei nostri specialisti per vedere effettivamente qual è il modo migliore per trattare il suo disturbo . Grazie per averci contattato, le auguro una buona giornata.

  • Anna pegoraro ha detto:

    Dopo l operazione d cataratta ho iniziato a soffrire di diplopia come si puo guarire?? Prendo da 8 sett cortisone ma nessun miglioramento grazie

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Anna,

      può succedere di avere diploma dopo un intervento di cataratta soprattutto se si è operato un solo occhio per il cambio refrattivo. Ma la doppia più frequentemente è causata da altre cause che vanno indagate. Dopo 8 settimane di cortisone e nessun miglioramento è necessario un nuovo controllo oculistico.

      Grazie per averci scritto.
      Le auguro una buona giornata.

  • Andrea Careri ha detto:

    Buongiorno da 1mese il mio occhio dx è rimasto inchiodato in giù ho fatto il RMN al cranio ma non risulta niente,la tiroide risulta niente,solo il recettore del TSH è 3.1,la visita ortottica mi consigliate delle tenti prismatiche in quanto vedo doppio tenendo la testa dritta,per avere una visione completa devo portare il capo indietro facendo male il collo,ho fatto la cura con il cortisone ma nulla, adesso per una settimana via entramuscolo il betalan da 7mg
    In quanto la ecografia oculare dice che ho una infiammazione del muscolo sotto l’occhio.vedremo se con gli occhiali risolvo sennò dovrò fare una biopsia.

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Andrea, grazie di averci scritto. Ha fatto valutazione ortottica o test di Hess Lancaster? La causa della diplopia può essere anche ischemica. È stata esclusa questa ipotesi? Comunque in questo caso è una patologia di pertinenza neurologica. Sarebbe comunque opportuno fare una biopsia del muscolo ingrossato per escludere neoformazioni.

  • Aniello ha detto:

    Salve sono un ragazzo di 27 anni, ho avuto un brutto incidente in moto e battendo la testa contro un muro ho riportato un trauma cranico la frattura dell’orbita dell’occhio e problemi al 3 nervo cranico.
    In 6 mesi la vista è ritornata e l’occhio è ritornato centrale e si muove verso destra e sinistra mentre su e giù non va.
    Per piacere potreste darmi un consiglio su cosa fare se posso recuperare ancora facendo qualcosa o non c’è più niente da fare?

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Gentile Aniello, purtroppo senza averla visitata non possiamo darle una risposta adatta al suo caso. L’unica cosa che possiamo suggerirle è di prenotare una vista oculistica approfondita per capire la natura del suo disturbo. Grazie

Lascia un commento