Salute degli occhi
Occhio che punge: perché?
12/12/2018

 

La sintomatologia legata al sentire pungere l’occhio può essere causata da molteplici fattori, che possono andare da un disturbo refrattivo corretto male (in questo caso, il paziente dovrà correggerlo chirurgicamente o utilizzando gli occhiali o le lenti a contatto) a problemi normalmente meno importanti, com’è la sindrome dell’occhio secco (in questo caso, la quantità di lacrima che è prodotta nei dotti lacrimali non è sufficiente o di scarsa qualità). Altresì può essere associato a una malattia oculare grave come il glaucoma, che richiede una diagnosi e un trattamento immediati.

Talvolta la sensazione dell’occhio che punge si accompagna ad altri sintomi come: pulsazioni dolorose, crampi, punture, lacrimazione, prurito o sensibilità alla luce. Può anche peggiorare quando si muovono gli occhi.

Le possibili cause

L’occhio che punge è uno di quei dolori che quasi tutti noi possiamo provare in alcune situazioni, poiché può essere dovuto a cause molto differenti come:

  • Infezione
  • Infiammazione
  • Sindrome dell’occhio secco
  • Disturbi sinusali
  • Neuropatie
  • Stanchezza oculare. Di fatto, le punture sono uno dei sintomi più frequenti della stanchezza visiva unito al fastidio agli occhi, alla sensazione di infiammazione, al dolore e al gonfiore. Le cause della stanchezza oculare sono varie e vanno dall’aver compiuto sforzi oculari eccessivi, dovuti a un difetto refrattivo mal corretto (sforzo accomodativo), a una lieve secchezza o strabismo latente. Inoltre, può essere un sintomo secondario dell’emicrania, di un raffreddore o di un’influenza.

La diagnosi

Infine, solo uno specialista in oftalmologia, dopo aver valutato i sintomi e aver eseguito una visita completa, potrà determinare qual è la causa dell’occhio che punge. Perciò difronte a situazioni di questo tipo è consigliato visitare un oftalmologo.

Inoltre, dobbiamo farlo urgentemente nei seguenti casi:

  • Se l’occhio punge costantemente
  • Se la sensazione di puntura nell’occhio aumenta d’intensità
  • Il dolore persiste per più di due giorni
  • L’occhio diventa rosso quando lo sentiamo pungere

La combinazione di questi quattro sintomi può indicare un aumento della pressione all’interno dell’occhio, patologia che può portare alla comparsa di un problema oculare più grave: il glaucoma. Ciò accade perché il sistema de drenaggio dell’occhio non funziona correttamente e il fluido intraoculare non può drenare. L’accumularsi di questo fluido, provoca un aumento della tensione all’interno dell’occhio che può danneggiare il nervo ottico che è più sensibile, causando anche la perdita parziale o totale della vista. Per questo motivo, una diagnosi precoce e la scelta rapida di un trattamento costituiscono due fattori essenziali nel caso del glaucoma.

Per fortuna, se si scopre in tempo, oggigiorno esistono diversi opzioni di trattamento del glaucoma, in forma di gocce per diminuire la pressione intraoculare e a volte anche attraverso un intervento chirurgico che favorisce il drenaggio. Questi trattamenti si sono dimostrati molto efficaci nella maggior parte dei casi di glaucoma.

Come si diagnostica

Per diagnosticare il problema correttamente, l’oftalmologo valuterà la vista, i movimenti oculari e la parte posteriore dell’occhio. Lo specialista potrebbe anche richiedere al paziente di sottoporsi a successivi esami oftalmologici per conoscere le cause della sensazione di puntura nell’occhio:

  • L’esame alla lampada a fessura (anche chiamato “biomicroscopia”)
  • Test di colorazione oculare con fluoresceina
  • Misurazione della pressione oculare in caso si sospetti il glaucoma
  • Risposta della pupilla alla luce
FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Lascia un commento