Apparato lacrimale: che cos’è?

Salute degli occhi
Apparato lacrimale: che cos’è?
27/01/2021
apparato lacrimale Tempo di lettura: 3 Minuti

L’apparato lacrimale o sistema lacrimale è un gruppo di strutture situate nell’orbita oculare che è responsabile della produzione o secrezione della lacrimazione del bulbo oculare, così come della sua distribuzione sulla superficie dell’occhio e della sua evacuazione o eliminazione nelle narici.

Lo strappo prodotto nei condotti lacrimali, in particolare nelle ghiandole lacrimali, è un elemento essenziale per garantire il corretto funzionamento del sistema visivo in quanto lo protegge, gli fornisce nutrienti e ossigeno e lo idrata. Dobbiamo tenere presente che il film lacrimale migliora anche la qualità visiva.

Le lacrime sono prodotte in modo permanente (secrezione basale permanente) e questa produzione può aumentare a fronte di aggressioni esterne (variazioni di temperatura, corpi estranei e/o motivazioni psichiche).

L’apparato lacrimale è una delle strutture perioculari attaccate alla protezione dell’occhio insieme alle palpebre e alla congiuntiva.

Qual è la composizione dell’apparato lacrimale umano?

L’apparato lacrimale è costituito da:

  • Il sistema di secretorio, dove viene prodotto lo strappo. È composto dalle ghiandole lacrimali basali e dalle ghiandole riflesse. A loro volta, le ghiandole lacrimali riflesse sono suddivise in ghiandole maggiori e minori.
  • Il sistema escretore, attraverso il quale lo strappo viene eliminato alle narici. Il sistema secretorio è composto, tra le altre strutture, dai punti lacrimali, dai canali lacrimali, dalle sacche lacrimali e dai dotti lacrimali o nasolacrimali che portano la lacrima dall’occhio alla cavità nasale, in particolare al meato nasale. D’altra parte, il muscolo orbicularis nella sua porzione palpebrale ha anche una funzione di escretore lacrimale, poiché ha il compito di comprimere il sacco lacrimale e di trasferire la lacerazione al dotto nasolacrimale e al meato nasale.
  • Punti lacrimali: sono i collettori di lacrime prodotte nelle ghiandole e si trovano all’angolo delle palpebre superiori e inferiori.
  • Condotti lacrimali, canali lacrimali o sacchi lacrimali: i canali portano lo strappo ai sacchi lacrimali.
  • Sacche lacrimali: le sacche lacrimali collegano i condotti lacrimali ai condotti nasolacrimali e pompano lo strappo.
  • Condotti nasolacrimali: i condotti portano lo strappo nella cavità nasale per la rimozione del liquido, spesso attraverso il naso.

Qual è la sua funzione?

Come già detto, l’apparato lacrimale è responsabile della produzione, distribuzione, drenaggio ed eliminazione delle lacerazioni attraverso la cavità nasale. Pertanto, è essenziale che lo strappo svolga il suo compito. Il film lacrimale è composto da tre strati, ognuno dei quali ha una funzione:

  • Strato superficiale lipidico. Ha il compito di impedire, per quanto possibile, l’evaporazione della parte più acquosa dello strappo. Inoltre, impedisce alla lacrima di fuoriuscire sotto forma di goccia durante il continuo battito di ciglia dell’occhio e aiuta a diffondere quello strato acquoso sulla superficie dell’occhio.
  • Strato intermedio o acquoso. Questo è il più abbondante all’interno del contenuto dello strappo. La sua funzione principale è quella di nutrire la cornea e garantire la sua immunità.
  • Strato interno o strato di mucina. Fornisce una copertura temporanea per le lacrime da spargere sulla superficie dell’occhio. Inoltre, promuove la stabilità del film lacrimale, impedisce che la cornea si secchi e intrappoli e aiuta ad eliminare microrganismi e cellule.

Quali sono i problemi del sistema lacrimale?

Possiamo parlare di problemi che riguardano lo strappo e di patologie o malattie che colpiscono direttamente alcune strutture del sistema lacrimale:

  • Problemi che riguardano lo strappo

I principali disturbi legati al film lacrimale sono la secchezza oculare (alterazione della superficie oculare dovuta all’insufficienza quantitativa o qualitativa del film lacrimale) e la lacrimazione eccessiva o epifora, che può essere dovuta a cause diverse.

  • Problemi specifici dell’apparato lacrimale

D’altra parte, possiamo parlare delle patologie che colpiscono il sistema lacrimale stesso. Le malattie più comuni sono:

  • Problemi che interessano la ghiandola lacrimale: anomalie congenite, dacriadenite o tumori o gonfiore della ghiandola lacrimale.
  • Problemi che interessano i punti lacrimali: agenesia, disgenesi e stenosi o ostruzione.
  • Problemi che interessano il sacco lacrimale: dacriocistite, dacriolite e tumori.
  • Problemi che riguardano il condotto nasolacrimale: in particolare la sua ostruzione.

Come si diagnostica il problema?

Per affrontare questi problemi del sistema lacrimale, i professionisti dell’oftalmologia specializzati nel dotto lacrimale utilizzano diversi test diagnostici, come il cateterismo o la dacriocistografia, e impiegano diversi trattamenti o tecniche chirurgiche, come la dacriocistorinostomia (soprattutto per le ostruzioni).

Articolo supervisionato dal Dott. Marco Moschi, Direttore Sanitario e chirurgo oftalmologo di Clinica Baviera Bologna.

Fonte: Lacrimazione – MSD Manuals


Nota Bene

I contenuti medici inclusi nel sito web sono stati scritti e rivisti da personale medico qualificato. Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo e non intendono sostituire in alcun modo il parere del proprio medico curante o della visita specialistica. In nessun caso costituiranno la diagnosi o la prescrizione di un trattamento.

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Lascia un commento