Lasik e laser ad eccimeri

La chirurgia Lasik (Laser Cheratomileusi Intrastomale) č una tecnica ben consolidata che da oltre 20 anni permette la correzione di miopia, ipermetropia e astigmatismo mediante l’uso del laser ad eccimeri.

L’intervento Lasik č molto semplice, sicuro, indolore e personalizzato per ogni paziente. Č divenuto ormai un intervento chirurgico di routine che si svolge essenzialmente in tre fasi:

  1. Nella prima fase il medico chirurgo solleva un sottile lembo di cornea (simile ad una lente a contatto) per scolpire la parte sottostante. Questo procedimento č effettuato mediante l’utilizzo del cosiddetto microcheratomo, uno strumento meccanico disegnato specificamente per sollevare l’epitelio.
  2. Nella seconda fase si modella la superficie corneale applicando il laser ad eccimeri, come nel caso dell’operazione con PRK, sullo strato intermedio della cornea (stroma corneale). Questo procedimento dura dai 5 ai 45 secondi, dipendendo dal tipo e grado del difetto visivo da correggere. Il laser ad eccimeri dispone di un meccanismo di sicurezza, chiamato eyetracker, che segue i movimenti oculari e guida il laser. Prima dell’operazione il paziente dovrŕ sottoporsi a un esame approfondito degli occhi, che permetterŕ al medico di valutare il grado del difetto visivo e l’idoneitŕ al trattamento. Successivamente il quadro clinico viene elaborato da software specifici che inviano i dati al laser per il trattamento personalizzato.
    Studio del segmento posteriore dell’occhio. Per poter analizzare il fondo dell’occhio č opportuno dilatare la pupilla.
  3. Nella terza ed ultima fase si riposiziona la lamella di tessuto corneale (flap) che si risalderŕ con il tessuto sottostante spontaneamente, senza il bisogno di punti di sutura.

L’intervento Lasik dura all’incirca 10 minuti. Dopo il trattamento, il paziente dovrŕ rimanere in osservazione nella clinica per effettuare una seconda visita di controllo, dopodiché potrŕ ritornare a casa con gli occhi protetti da occhiali da sole.

I tempi di guarigione sono rapidissimi. Nelle prime ore dopo l’operazione puň capitare di avvertire lievi disturbi come bruciore, lacrimazione, sensazione di corpo estraneo, che scompaiono progressivamente nelle ore successive.

REQUISITI PER SOTTOPORSI ALL’OPERAZIONE CON LASIK

I pazienti affetti da miopia, ipermetropia o astigmatismo pronti a dire addio a occhiali e lenti a contatto grazie alla tecnica Lasik devono soddisfare i seguenti requisiti:

Avere almeno 18 anni

Avere un difetto della vista stabile da almeno un anno

Godere di una buona salute oculare

Avere una gradazione adatta a questo tipo di intervento