Che Cos’è il glaucoma

Il glaucoma è molto difficile da diagnosticare perché la sua comparsa, nella maggior parte dei casi, è asintomatica. Le cause di questa malattia non sono molto conosciute, anche se vari studi hanno dimostrato che il suo insorgere è determinato dall'aumento della pressione intraoculare, per questo motivo i trattamenti volti a ridurre la pressione sono molto efficaci nel prevenire la perdita della vista. È importante sottolineare che i danni causati da questa malattia sono irreversibili.

"Il danno causato dal glaucoma è irreversibile, quindi è fondamentale diagnosticarlo in tempo."

Il glaucoma è conosciuto anche come “il ladro silenzioso della vista” ed è la seconda causa di cecità nei paesi industrializzati dopo il diabete, per questo motivo la diagnosi precoce è fondamentale.

Tutti coloro che hanno antecedenti familiari, o soffrono di diabete o, in generale, che hanno più di 50 anni, dovrebbero sottoporsi periodicamente a esami oftalmologici specifici per individuare questa patologia.

Trattamenti glaucoma

Esistono diversi tipi di glaucoma e il trattamento prescritto dal medico specialista dipenderà dalle caratteristiche specifiche della malattia e da quelle del paziente che ne soffre. L'elemento che hanno in comune tutti i tipi di glaucoma è il danno causato al nervo ottico secondario, che è determinato dall'eccessiva pressione intraoculare. Per questo motivo, la maggior parte dei trattamenti ha come obiettivo stabilizzare la pressione.

In ogni caso, è importante sapere che il danno causato dal glaucoma è irreversibile e che quindi tutti i trattamenti puntano a rallentarne la degenerazione, frenando il progressivo deterioramento del nervo ottico e della perdita del campo visivo.

Esistono diversi trattamenti per il glaucoma.

Reloj

Farmaci in collirio

Reloj

Chirurgia laser

Reloj

Chirurgia tradizionale

Come si cura

La maggior parte dei trattamenti ha come obiettivo quello di ridurre la pressione intraoculare. Il trattamento che lo specialista indicherà a seconda dei casi dipende principalmente dal tipo di glaucoma sofferto dal paziente e dall'evoluzione delle sue caratteristiche specifiche.

Il deterioramento del nervo ottico è causato dall'aumento della pressione intraoculare al di sopra dei limiti normali (ovvero, superiore a 21 millimetri di mercurio). Per questo motivo, la maggior parte dei trattamenti per combattere il glaucoma mirano a ridurre la pressione intraoculare.

Operare, di solito, non è la prima opzione proposta dagli specialisti per affrontare i casi di glaucoma, a meno che la diagnosi non dimostri che il danno sofferto dal nervo ottico sia significativo. Inizialmente, l'oftalmologo cercherà di mantenere sotto controllo la pressione intraoculare attraverso dei farmaci che saranno somministrati al paziente sotto forma di collirio. Esistono molti farmaci per combattere il glaucoma e nel caso in cui la cura proposta non funzioni, il medico potrà cambiare sia il dosaggio sia il farmaco.

Quando il trattamento farmacologico non è efficace, e non dà i risultati che dovrebbe, i medici possono ricorrere alla chirurgia. La maggior parte delle operazioni per trattare il glaucoma ha come obiettivo di migliorarne il drenaggio di umore acqueo:

  • L'operazione del glaucoma con il laser ha come obiettivo quello di ampliare l’angolo irido-corneale per favorire il drenaggio dell’umore acqueo. La tecnica più diffusa è la Trabeculoplastica con Laser Argon.
  • L'obiettivo dell'operazione chirurgica convenzionale (Trabeculectomia) è quello di creare un nuovo percorso di drenaggio per smaltire l'eccesso di umore acqueo e quindi ridurre la pressione intraoculare.