DOMANDE FREQUENTI
SUI SINTOMI DELLA CATARATTA

In un primo momento, quando la cataratta č poco densa, la vista appare appannata. Allo stesso modo, la luce puň dare fastidio, risultando piů forte del solito. A poco a poco la cataratta si sviluppa, e la vista diventa ancora piů sfuocata, impedendo in questo modo di poter svolgere le normali attivitŕ quotidiane.

La cataratta appare normalmente dopo i 60 anni di etŕ. Senza dubbio puň presentarsi anche a partire dai 50 anni. La cataratta č piů frequente nei pazienti miopi, soprattutto in quelli con una miopia elevata. In questi pazienti, la comparsa della cataratta puň insorgere anche prima.

Si. Grazie all'uso di lenti di terza generazione, le cosiddette lenti intraoculari multifocali, durante l'intervento di cataratta si puň eliminare anche la presbiopia. Queste lenti offrono due piani di messa a fuoco (da lontano e da vicino) ed č il cervello a decidere il piano di messa a fuoco adeguato a seconda della necessitŕ. Questo procedimento č chiamato pseudoaccomodazione e permette un raggio di visione completo, un'eccellente vista da vicino e da lontano, senza bisogno di indossare occhiali.

In Clinica Baviera offriamo ai nostri pazienti la possibilitŕ di operarsi di cataratta quando cominciano a manifestarsi i primi sintomi. Operiamo senza liste di attesa e mettendo a disposizione dei nostri pazienti l'esperienza di un gruppo di medici oftalmologi che ha giŕ realizzato migliaia di interventi.

Sebbene molti lo credano, la cataratta non si opera con il laser ma con gli ultrasuoni, vale a dire suoni che non possono essere percepiti dall'orecchio umano e che vibrano a una frequenza molto alta e sciolgono la cataratta.

Normalmente non si operano entrambi gli occhi nello stesso intervento. Essendo una chirurgia di tipo intraoculare č meglio intervenire su un occhio per volta.

La tecnica della facoemulsificazione non č dolorosa né durante né dopo l'intervento. La maggior parte dei pazienti normalmente riferisce solo di sentire una leggera pressione durante l'operazione.

Dopo l'intervento viene posta una conchiglia protettiva trasparente sull’occhio operato, per cui il paziente č da subito autonomo, ma in ogni caso č sempre preferibile venire accompagnati.

In generale, la chirurgia della cataratta presuppone l'intervento di un occhio per volta. Tra un'operazione e l'altra passano mediamente tra i 7 e i 15 giorni. Qualche giorno dopo l'intervento il paziente puň tornare alle sue normali attivitŕ, avendo solo come precauzione quella di non toccarsi gli occhi, soprattutto durante i primi giorni. Nel post operatorio seguirŕ una terapia con colliri, antinfiammatori e antibiotici.

No. Č impossibile, giacché il cristallino deteriorato č stato sostituito con una lente intraoculare che non perde mai la sua trasparenza e non puň opacizzarsi.