DOMANDE FREQUENTI SUI SINTOMI DELLA PRESBIOPIA

Sì. In Clinica Baviera offriamo due alternative per operare la presbiopia: il laser (monovisione o visione combinata) e le lenti intraoculari multifocali. I nostri oftalmologi studiano ogni caso in modo personalizzato e raccomandano la tecnica più adeguata per il paziente.

Solitamente i sintomi di questa patologia si manifestano dopo i 40 anni di età. In Italia circa 25 milioni di persone soffrono di presbiopia.

No, la presbiopia, come la cataratta, è una patologia associata all'età e all'invecchiamento degli organi, pertanto è impossibile prevenirla.

Sebbene utilizziamo allo stesso modo entrambi gli occhi, un occhio è più specializzato nella vista da lontano (occhio dominante) e l'altro nella vista da vicino (occhio lettore). Mediante il trattamento laser-visione combinata si può potenziare questa specializzazione, senza alterare la sensazione di visione binoculare da lontano e da vicino.

Consiste nell'estrarre il cristallino, che ha già perso o sta perdendo la sua capacità di mettere a fuoco gli oggetti vicini, e sostituirlo con una lente intraoculare multifocale che funge da cristallino artificiale e che garantisce una visione nitida completa.

L'intervento per la sostituzione del cristallino con una lente intraoculare multifocale eviterà la comparsa della cataratta definitivamente. Sarà l'oftalmologo che determinerà se questa è l'operazione adeguata al caso specifico, in funzione di fattori come l'età del paziente e le caratteristiche della sua patologia.

Il paziente operato di presbiopia, tramite laser o lente intraoculare multifocale, non ha bisogno di occhiali per vedere da lontano e raggiungerà un grado di visione da vicino adeguato per compiere le normali azioni quotidiane.

In Clinica Baviera correggiamo chirurgicamente la presbiopia dal 2001 e già contiamo oltre 50 mila pazienti operati con chirurgia intraoculare. Nel 2011, il 35% dei 70 mila interventi che sono stati realizzati nelle varie cliniche europee, sono stati di chirurgia intraoculare (per la cataratta e la presbiopia).

L'intervento dura solo pochi minuti, anche se la durata complessiva dipende dalla gradazione che si corregge. Dopo un breve periodo di riposo e una prima visita post operatoria, il paziente può tornare a casa. In caso di operazione laser, si operano entrambi gli occhi durante la stessa seduta operatoria, mentre nel caso di chirurgia intraoculare multifocale gli interventi si realizzano separatamente e in giorni diversi.

Assolutamente no. Vengono impiegate gocce di collirio anestetico e il paziente non sente nulla.

Il recupero visivo del paziente è molto rapido anche se è importante non dimenticare che, sebbene l'operazione sia molto semplice e per nulla invasiva, rimane sempre un intervento che necessita di minime attenzioni post operatorie e di un tempo di recupero variabile a seconda delle condizioni del paziente.

Se il medico ritiene il suo caso idoneo, allora è possibile. A tal proposito, con un solo intervento si possono eliminare diversi difetti refrattivi.