Che cos’è il nistagmo oculare, cause e cura

Salute degli occhi
Che cos’è il nistagmo oculare, cause e cura
02/01/2019

 

Il nistagmo è un movimento rapido, ritmico e involontario degli occhi. Questo disturbo avviene principalmente a causa dell’inefficienza delle aree del nostro cervello che controllano i movimenti oculari. Il nistagmo si presenta con diverse caratteristiche cliniche che possono variare da soggetto a soggetto. Nella maggior parte delle situazioni, i sintomi equivalgono a movimenti incontrollati ripetitivi e veloci degli occhi. Inoltre, si può presentare una forte sensibilità alla luce, vertigini e difficoltà nel vedere al buio nei casi più gravi.

Il nistagmo può essere generato anche da cause congenite, idiopatiche, da disturbi neurologici.

Cause

Nelle persone affette da nistagmo, alcune aree del cervello che vigilano sui movimenti degli occhi non funzionano come dovrebbero. Il nistagmo può essere causato da eventi patologici che colpiscono la parte dell’orecchio interno.

Nei bambini, la causa del nistagmo può essere data da una disfunzione cerebrale o da patologie oculari come cataratta, strabismo, glaucoma, albinismo. Il nistagmo acquisito può essere associato a patologie come sclerosi multipla, trauma cranico.

Esistono diverse cause che si basano nell’instabilità del sistema che tiene sotto controllo il movimento oculare, le più rilevanti sono:

  • Eredità genetica
  • Patologie oculari (strabismo, cataratta, ambliopia, degenerazione del nervo ottico).
  • Albinismo
  • Patologie dell’orecchio interno (sistema vestibolare), che può portare a infezioni o vertigini.
  • Tumori cerebrali
  • Malattie del sistema nervoso centrale (ipoplasia, sindrome di Ménière, labirintite, sclerosi multipla, ictus).
  • Abuso di droghe o eccessivo consumo di alcool
  • Uso di farmaci (sedativi, benzodiazepine o farmaci anticonvulsivi).
  • Traumi cranici
  • Cause idiopatiche (le persone che non presentano nessun disturbo oculare, celebrale o ulteriori problemi di salute).

Sintomi

Il nistagmo può essere ad un solo occhio o ad entrambi, il suo sintomo prevalente è il movimento involontario.

La movenza del nistagmo può essere:

  • Nistagmo rotatorio: circolare
  • Nistagmo orizzontale: percorso da un lato all’altro
  • Nistagmo verticale: dall’alto verso il basso

In certe situazioni al nistagmo si possono associare sintomi come: problemi di visione, vertigini, forte sensibilità alla luce, cefalea, oscillopsia o posizione anomala della testa.

Inoltre, per chi è affetto da nistagmo congenito, quindi presente sin dalla nascita i sintomi sono lievi.

Tipi di nistagmo

Il disturbo è causato nell’instabilità del sistema nervoso centrale, che controlla il movimento oculare.

La principale causa del nistagmo oculare è una disfunzione di alcune aree del cervello che controllano i movimenti degli occhi. Questo disturbo ha cause idiopatiche, congenite o dovute a un disturbo neurologico, visivo o vestibolare. Questo movimento involontario degli occhi può essere causato anche dall’effetto di farmaci, ad esempio antidepressivi o dall’assunzione di droghe o alcool. Altre situazioni possono essere determinate dal labirinto all’orecchio, zona che permette il movimento e il posizionamento spaziale. Oppure può essere dovuto a strabismo, cataratta, glaucoma, trauma cranico, ictus ed ereditarietà genetica.

Esistono molte tipologie di nistagmo, le principali classificazioni sono fisiologico, patologico che si divide in congenito e acquisito.

Classificazioni di nistagmo

Sono presenti diverse classificazioni di nistagmo, in base alla presenza del disturbo, le principali sono:

Fisiologico

Ci sono diversi tipi di nistagmo fisiologico: il più frequente è il nistagmo riflesso (detto anche optocinetico), è causato da un movimento ondulatorio ma involontario, dato da un riflesso degli occhi causato dallo spostamento della scena cercando di mantenere stabile l’immagine sulla retina, ad esempio il paesaggio che scorre dai finestrini di un treno in movimento. Un altro è il nistagmo vestibolare, relativo all’orecchio interno, centro di gestione dell’equilibrio, causato da movimenti impropri del corpo che possono mandare input al sistema oculomotorio nei centri vestibolari e si manifesta con vertigini, acufeni, ipoacusia e nelle forme più accentuate sono necessari accertamenti neuroradiologici. Nistagmo dissociato è relativo ai movimenti concomitanti degli occhi, ma con differenti ampiezze.

Patologico

Il nistagmo patologico è un sintomo di una malattia preesistente, si divide in congenito e acquisito.

Il nistagmo congenito: è presente dalla nascita e si manifesta nei primi mesi di vita, da sei settimane a 3 mesi di età, spesso è ereditario, quasi sempre si presenta associato ad una disfunzione del sistema visivo, ad esempio lo strabismo o un difetto refrattivo. Per il nistagmo congenito non esiste un trattamento, anche se in alcuni casi la chirurgia refrattiva o le lenti correttive sono un’ottima soluzione per ridurre la difficoltà visiva.

Il nistagmo acquisito è un disturbo che si sviluppa nel corso della vita, può essere la conseguenza di gravi condizioni di salute. A differenza di quello congenito, spesso si associa ha una sensazione poco stabile e oscillante del campo visuale.

Diagnosi

Se compaiono i sintomi, è importante recarsi dal medico di base e dall’oculista per esami e analisi mirate per stabilire la tipologia di nistagmo e individuare la terapia più adeguata.

L’oculista prevede un’analisi degli occhi tramite un oftalmoscopio, l’esame approfondito della vista, la registrazione dei movimenti oculari e altri test. Programmerà consulenze specialistiche per l’esame dell’orecchio, l’esame neurologico, l’elettrooculografia, tomografia ottica e la risonanza magnetica.

Cure

Il nistagmo oculare congenito non è curabile, è permanente, ma esistono soluzioni utili per migliorare lo stile di vita. In altri situazioni quando la causa è l’assunzione di un farmaco, la sospensione dello stesso può migliorare la sintomatologia. Il nistagmo è spesso associato alla riduzione della capacità visiva, che può essere migliorata con l’utilizzo di occhiali, lenti a contatto, come caso più estremo l’intervento chirurgico per ridurre il problema, ma senza guarire dal disturbo.

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Join the discussion 4 Comments

  • Scarzello laura ha detto:

    Mia figlia ha SM ultima pousse’ le ha lasciato nistagmo. Cerco luminare che operi in qualsiasi parte del mondo, che possa fare qualcosa per alleviare questo grande disagio. Grazie

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Laura, purtroppo noi non operiamo il nistagmo. Per poterle dare delle indicazioni più dettagliate l’unica cosa che le posso consigliare è una visita con uno dei nostri oculisti. Grazie per averci contattato. Buona giornata.

  • Loredana ha detto:

    Buonasera
    Durante un delicato e importante intervento al cuore ho avuto un’ischemia nella zona del mesencefalo che mi ha provocato una fastidiosa diplopia , sindrome di Parinaud e Nistagmo.
    Ho fatto esercizi ortottici e una visita neurolfatmologa senza nessun risultato. Vi chiedo gentilmente se può esserci uno specialista in grado di aiutarmi a risolvere oppure migliorare questa fastidiosa sensazione che mi ha completamente cambiato la vita

    • Clinica Baviera Italia ha detto:

      Buongiorno Loredana, per darle delle informazioni precise le consiglio una visita con uno dei nostri specialisti , così potranno darle delle indicazioni corrette per trattare la sua situazione visiva. Grazie per averci contattato, le auguro una piacevole giornata.

Lascia un commento