Cloruro di magnesio: cos’è, benefici, proprietà e dosi

Curiosità
Cloruro di magnesio: cos’è, benefici, proprietà e dosi
16/07/2021
cloruro di magnesio Tempo di lettura: 5 Minuti

Il cloruro di magnesio è un composto chimico costituito principalmente da cloro e magnesio che, oltre ad avere molteplici e variegate applicazioni nell’ambito industriale, apporta benefici alla nostra salute. In natura, lo troviamo nell’acqua del mare, in svariati cereali integrali, nella soia, nei legumi e in molti altri vegetali.

È un elemento centrale per la salute del nostro organismo in quanto permette di prevenire diverse malattie e di aumentare l’energia del corpo, incidendo sulle condizioni dell’apparato cardio–circolatorio, regolarizzando la pressione arteriosa, rilassando i muscoli e rinnovando il sistema cellulare.

Quali sono le proprietà e benefici del magnesio per gli occhi?

Come è noto, la nostra salute visiva dipende innanzitutto da una buona ed equilibrata alimentazione. Il crescente inquinamento e l’agricoltura intensiva riducono sempre più la presenza di minerali e nutrienti all’interno degli alimenti. Per questo motivo, è necessario sottoporsi ad esami del sangue per individuare e valutare eventuali carenze alimentari e, su indicazione del medico, riequilibrarle mediante l‘utilizzo di integratori.

Il magnesio è tra i minerali che più risente di questi fattori negativi. Esso gioca un ruolo di primo piano nell’aiutarci a preservare e migliorare il funzionamento dei nostri occhi.

Quali malattie visive possono provocare un deficit di magnesio?

Molti studi hanno mostrato come il magnesio è molto importante per il corretto funzionamento della nostra capacità visiva e, in generale, per preservare la salute dei nostri occhi. La carenza di questo minerale potrebbe essere all’origine di disturbi come la fotofobia, l’ipersensibilità alla luce e soprattutto ai cambiamenti di luminosità, la sensazione di vedere puntini o piccole macchie quando si tengono gli occhi chiusi, contrazioni e spasmi involontari dei muscoli oculari.

Il magnesio è inoltre fondamentale sia per garantire un flusso di sangue costante al nervo ottico (così protetto dall’ossidazione) sia per agevolare l’assorbimento delle vitamine B,C ed E da parte dei tessuti oculari: per questo un deficit di magnesio può rappresentare un fattore di predisposizione a malattie come il glaucoma, l’ipertensione e la cataratta. Infine, il cloruro di magnesio apporta un beneficio anche nei casi di congiuntivite in quanto, sostenendo il sistema immunitario, lo aiuta a rispondere al processo infiammatorio in atto.

Quali sono i sintomi visuali di mancanza di magnesio?

Contrazioni oculari e tremolio della palpebra sono sintomi che possono indicare la carenza di magnesio. Gli spasmi muscolari incontrollati, infatti, non riguardano solo le nostre gambe ma possono verificarsi anche nelle aree muscolari del viso, come le palpebre.

Si tratta di veri e propri spasmi nervosi involontari di cui è importante individuare la causa: potrebbe trattarsi ad esempio, di un semplice periodo di affaticamento visivo, ma anche di un deficit di nutrienti come il calcio, il potassio o, per l’appunto, il magnesio, fondamentali per il giusto ed equilibrato funzionamento muscolare.

Quali sono le proprietà e i benefici principali per il corpo

Ecco un elenco di seguito:

  • Il cloruro di magnesio si caratterizza principalmente per la sua capacità di attivare e, al contempo, vitalizzare le funzioni renali, agendo efficacemente nell’eliminazione dell’acido che si accumula negli organi.
  • È inoltre utile per ridurre i livelli alti di colesterolo LDL (o colesterolo cattivo), specialmente quando si consuma con regolarità.
  • Equilibra il PH del sangue: l’assunzione di cloruro sodico aiuta, infatti, a mantenere il sangue libero da impurità.
  • Agevola il buon funzionamento delle funzioni cerebrali, che si traduce in una rivitalizzazione degli impulsi nervosi, favorendo l’equilibrio mentale e fungendo da barriera naturale contro la depressione, lo stress e gli stati di ansia in generale.
  • E’ un grande alleato degli sportivi poiché aiuta a prevenire le lesioni muscolari e ad accelerare la loro guarigione
  • Aiuta a mantenere le ossa solide e forti e a prevenire ed alleviare alcune malattie come l’artrite.
  • Svolge una funzione primaria anche nella sindrome premestruale, attenuando i dolori mestruali: favorisce un’azione distensiva sulla muscolatura uterina e, di conseguenza, una riduzione degli spasmi.

Quelli sopra elencati sono solo alcuni dei benefici del cloruro di magnesio. Tra le sue numerose proprietà ci sono anche le seguenti:

  • Favorisce una corretta circolazione sanguigna e stimola la circolazione periferica.
  • Aiuta a prevenire gli infarti.
  • Stabilizza la pressione arteriosa.
  • Sostiene e alimenta il nervo ottico.
  • Allevia la bronchite.
  • Favorisce una buona digestione.
  • Favorisce il drenaggio dei liquidi oculari (il cosiddetto “umore vitreo”).
  • Migliora il campo visivo.
  • Previene i calcoli renali.
  • Migliora il sistema immunitario.

Quali sono le patologie associate alla carenza di magnesio?

La carenza di magnesio riguarda soprattutto coloro che assumono farmaci specifici o che soffrono di malattie – come la celiachia e il morbo di Crohn – che ne comprometto e riducono l’assorbimento. La sintomatologia associata a bassi livelli di magnesio è ampia ma riporteremo di seguito alcuni sintomi distintivi:

  • convulsioni
  • aritmie cardiache
  • contrazioni e crampi muscolari
  • ipertensione
  • senso di intorpidimento muscolare
  • mancanza di coordinazione muscolare
  • carenze di calcio e potassio
  • confusione mentale
  • cambiamenti repentino dell’umore

Esistono controindicazioni?

Qualora si stiano assumendo alcuni farmaci antibiotici per il trattamento di un’infezione batterica come le tetracicline, bisogna sapere che la contemporanea assunzione di magnesio ne potrebbe ridurre l’assorbimento (per questo, si consiglia di attendere almeno tre ore).

Esistono anche altri medicinali che non andrebbero assunti insieme al magnesio, come i bis-fosfonati (anche noti come difosfonati), utilizzati di solito per contenere la perdita di densità minerale ossea e i farmaci per la tiroide. Per evitare errori, quindi, è sempre meglio rivolgersi al proprio medico curante.

Cosa succede se ne assumiamo in eccesso?

L’assunzione di una dose eccessiva di magnesio può determinare una serie di problemi, come ad esempio la diarrea, la nausea, la debolezza muscolare e i crampi addominali. I sintomi del sovradosaggio e della carenza sono quindi molto simili.

Nei casi più gravi – in cui i reni non riescono più a smaltire il surplus di magnesio – si possono presentare sintomi quali l’abbassamento di pressione, la difficoltà respiratoria, la debolezza muscolare, la depressione, arrivando addirittura a episodi di arresto cardiaco. L’eccesso di magnesio è piuttosto raro.

Quali sono gli alimenti che contengono magnesio?

A livello alimentare, il magnesio è presente soprattutto:

  • nel pesce: in particolar modo nel merluzzo e nell’aringa
  • nella frutta secca (mandorle, noci, nocciole, arachidi…)
  • nella verdura e negli ortaggi a foglia verde e verde scuro (broccoli, bieta, spinaci …)
  • nei cereali integrali
  • nei semi (semi di girasole, semi di zucca …)
  • nei legumi
  • nel tofu e nella socia
  • nel cacao e nel cioccolato fondente

Qual è la differenza tra magnesio e cloruro di magnesio?

In natura, il magnesio si presenta sotto forma di sale di magnesio, composto dunque da un acido che ne garantisce l’assorbimento da parte dell’organismo.

La differenza principale tra il magnesio e il cloruro di magnesio risiede nel fatto che, mentre il magnesio è un elemento singolo, il cloruro di magnesio (Mg CI2) è un composto che si presenta legato a un minerale, cioè il cloro.

Come si assume il cloruro di magnesio?

Esistono varie modalità di preparazione e assunzione del cloruro di magnesio:

  • Prepararlo in casa: Occorrono solo 30 grammi di cloruro di magnesio cristallizzato (che è possibile comprare in erboristeria) e un litro di acqua. La preparazione è molto semplice: si versa il litro d’acqua in un tegame che si mette poi sul fuoco. Una volta raggiunta l’ebollizione, si spegne il fuoco e si lascia raffreddare. Il passo seguente è travasare l’acqua dal tegame in un contenitore di vetro e dissolvervi il cloruro di magnesio cristallizzato. Infine, si mischia tutto per bene.
  • In alternativa, si può anche consumare già pronto in compresse, vendute anch’esse in erboristeria.

Per quanto riguarda le quantità, solitamente se ne prende da uno a due cucchiai al giorno.

Per quanto concerne le controindicazioni, non ci sono indicazioni particolari per i soggetti sani. Nonostante ciò, si devono astenere dall’assunzione le persone che soffrono di insufficienza renale, di diarrea o di colite, poiché il cloruro di magnesio ha un effetto lassativo e può perciò aggravarne i sintomi. Ad ogni modo, si raccomanda sempre di consultare un medico prima di assumere questo tipo di sostanze.

Articolo rivisto dal Dottor Marco Moschi, chirurgo oftalmologo di Clinica Baviera Italia.

. . . . . .

NOTA BENE

I contenuti medici inclusi nel sito web sono stati scritti e rivisti da personale medico qualificato. Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo e non intendono sostituire in alcun modo il parere del proprio medico curante o della visita specialistica. In nessun caso costituiranno la diagnosi o la prescrizione di un trattamento.

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Join the discussion 3 Comments

  • Irene Pulcini ha detto:

    L ho già provato e fa veramente
    bene.. l ho dimenticato perche ‘ sono pigra a prepararlo,ma rileggere le vostre informazioni mi ha incoraggiato a tornare ad usarlo. .l unico difetto è…..che non ha un buon sapore ….ma. .pazienza….grazie

  • Lorenzo ha detto:

    Ora esiste in compresse così in bocca non senti più quel sapore

  • Paolo ha detto:

    È sconsigliato a chi tende di avere la pressione arteriosa un po’ altina?

Lascia un commento