Com’è l’operazione di Miopia in Clinica Baviera?

Chirurgia Laser
Com’è l’operazione di Miopia in Clinica Baviera?
20/03/2019

 

Il dottor Marco Moschi, direttore sanitario di Clinica Baviera Italia, risponde alle domande più frequenti sull’operazione per correggere la miopia.

Più di 17 milioni di persone in tutto il mondo hanno detto addio agli occhiali e lenti a contatto grazie alla tecnica LASIK, un metodo molto semplice ed efficiente di chirurgia refrattiva, con il quale i pazienti possono riprendere le loro attività quotidiane subito dopo l’operazione.

Come è l’intervento per la correzione della miopia? 

La tecnica più frequentemente indicata per correggere miopia e altri errori di rifrazione è la LASIK, una tecnica che usa un laser molto sofisticato, il laser ad eccimeri, per cambiare la curvatura della cornea, la lente che ricopre la superficie del nostro occhio, modellandola in modo da correggere il difetto. Il candidato ideale per questo tipo di chirurgia è un paziente che ha compiuto 18 anni di età, ha un difetto visivo stabile e gode di una buona salute oculare.

 L’operazione di miopia comporta dei rischi?

 Pur essendo un trattamento che interviene sulla parte esterna dell’occhio ed è fatto a livello ambulatoriale, si tratta pur sempre di un intevrento chirurgico che come tale comporta un seppur minimo livello di rischio. Per questo è importanti affidarsi a professionisti esperti e con esperienza consolidata per questo tipo di trattamenti e, inoltre, risolverà tutti i tuoi dubbi.

 La chirurgia per miopia fa male?

 L’operazione è indolore, sebbene possa verificarsi un leggero disagio nel periodo postoperatorio. Il giorno dopo l’intervento si possono riprendere le normali attività quotidiane.

 In che modo posso correggere la miopia attraverso il laser? 

Durante la prima visita sono eseguiti una serie di prove per determinare l’idoneità al trattamento. Una volta indoviduato il trattamento migliore per il paziente, si prende un appuntamento per l’intervento. Fondamentalmente, la tecnica Lasik si realizza in tre fasi:

1.       Un sottile strato di tessuto, simile a una lentina, è sollevato dalla cornea.

2.       In seguito si applica il laser sulla parte scoperta per rimodellare la cornea.

3.       Lo strato di tessuto viene riposizionato, senza bisogno di punti. 

 E una volta che la miopia è stata corretta, può insorgere di nuovo il problema?

 La ricomparsa del difetto refrattivo  non è impossibile perché la miopia e l’astigmatismo sono dovuti alle dimensioni e alla forma dell’occhio e, nel 99% dei casi, sono determinati geneticamente. Lo sviluppo del bulbo oculare come organo avviene fino all’età dei venti anni. Una volta stabilizzato, il difetto visivo raramente peggiora, se non in casi di miopia degenerativa. Quindi, per miopie medie e basse è raro che, in seguito all’intervento, ricompaia il difetto.

 L’operazione può essere ripetuta? Posso usare le lenti a contatto dopo un intervento chirurgico?

In entrambi i casi la risposta è sì. Con le tecniche che usiamo oggi, l’occhio dopo l’intervento rimane quasi come se non avessimo fatto nulla.

 C’è un limite di diottrie per il trattamento Laser?

 In generale, fino a 8 diottrie di miopia  (e salvo altre condizioni fisiologiche peculiari che dovessero emergere durante la prima visita) è possibile trattare il difetto visivo con il Laser. Tra le 8 e le 12 diottrie  dipende  ( tra gli altri fattori) dallo spessore della cornea. Oltre le a 12 diottrie è meglio intervenire (laddove possibile) con la chirurgia intraoculare che permette di ottenere eccellenti risultati.

Cos’è la chirurgia intraoculare per correggere i problemi di refrazione?

 La chirurgia intraoculare prevede l’impianto di una lente all’interno dell’occhio. Sia negli interventi laser sia nella chirurgia intraoculare il paziente torna a casa subito dopo l’operazione. Non è necessario il ricovero.

Da che età un paziente può sottoporsi a un intervento chirurgico per la miopia? 

Normalmente dopo 18 anni l’operazione è fattibile, ma in aggiunta deve esserci una stabilità del difetto visivo di almeno un paio di anni. Ci sono pazienti la cui miopia avanza fino a 23 o 24 anni. 

E si può eseguire l’operazione di miopia quando si è maggiorenni? 

In questi casi l’età non è un impedimento. Ma se si è maggiorenni e la miopia non si è stabilizzata, allora è meglio non intervenire.

E dopo l’intervento, cosa prova il paziente?

Il paziente dovrebbe condurre una vita un po’ più tranquilla per un paio di giorni., durante i primi 15 giorni dopo il trattamento raccomandiamo di astenersi dal praticare sport di contatto o le attività che possono interessare la superficie dell’occhio. Ad esempio, il paziente può andare in bicicletta il giorno dopo l’intervento ma è meglio se aspetta per per fare pugilato.  Se hai bisogno di maggiori informazioni, qui puoi vedere l’esperienza di un paziente operato sulla miopia presso Clínica Baviera.


Perché operare sulla miopia?

Perché la Lasik è la tecnica di chirurgia refrattiva laser più utilizzata al mondo. Inoltre è un trattamento molto preciso, sicuro, efficace e prevedibile e consente un rapido recupero dell’acuità visiva. Per questo motivo, se un paziente pensa di correggere il suo problema di miopia, ma anche se ha ipermetropia e/o astigmatismo, l’operazione laser per dire addio agli occhiali e alle lenti a contatto è una buona opzione che dovrebbe essere valutata in una clinica specializzata.

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Lascia un commento