Gli occhi rossi nelle foto

Curiosità
Gli occhi rossi nelle foto
18/09/2017

 

E’ un problema che prima o poi tormenta tutti: una bella foto rovinata dall “ effetto occhi rossi” , quell’effetto che purtroppo dona ai soggetti ritratti uno sguardo quasi demoniaco. Puòcolpire chiunque. Vediamo il motivo per il quale escono gli occhi rossi nelle foto e come poterlo risolvere.

Nelle fotografie scattate con il flash, l’effetto occhi  rossi è quasi sempre garantito. In questa circostanza il nostro occhio, per avere una visuale migliore, presenta le pupille più dilatate del normale. L’effetto è solitamente più pronunciato e marcato nei soggetti con occhi grigi o blu e nei bambini, che hanno pupille più grandi e meno pigmentazione degli adulti. Tale effetto chiamato proprio “occhi rossi “ (red-eye effect) , secondo alcuni studi sarebbe dovuto alla rodopsina, proteina sensibile alla luce presente nei bastoncelli, cellule fotosensibili della retina (fotoricettori); la rodopsina non fa in tempo a decomporsi, e quindi ad attivare il ciclo visivo prima che avvenga lo scatto della luce del flash.

Secondo altre teorie, invece, tale fenomeno sarebbe causato all’incapacità della nostra iride di chiudere la pupilla, in concomitanza con il lampo, troppo veloce, del flash. La luce del flash va dunque a colpire la retina, altamente vascolarizzata , evidenziando il colore rosso  del sangue.

occhi rossi nelle foto

Tale fenomeno si riscontra anche se si scattono foto con il flash ai nostri animali, ma le colorazioni degli occhi sono differenti. Nel cane, gli occhi risultano blu a causa della presenza nella retina di sangue venoso; nei gatti, invece, la presenza del “tapetum  lucidum” che conferisce il caratteristico quanto ammaliante bagliore notturno, può produrre rendere le pupille di colore giallo, rosa o verde.

L’effetto “occhi rossi”può essere ridotto o deviato usando un flash esterno direzionale che aumenta l’angolo di riflesso e lo fa cadere fuori dalla portata delle lenti ottiche della macchina fotografica. Ad oggi per ovviare il problema, si possono usare le funzioni specifiche di “riduzione dell’effetto occhi rossi” presenti in tutte le fotocamere digitali, che consistono in una serie di pre-lampi precedenti, al lampo principale del flash, stimolando così  la chiusura della pupilla prima dello scatto e facendo sì che gli occhi si abituino alla luce.

Altre contromisure che possono essere adottate sono :

– chiedere al soggetto di non guardare dritto “ in camera”  ma, per esempio, verso le spalle del fotografo;

– aumentare la luminosità dell’ambiente in modo che la pupilla si chiuda maggiormente;

– nella fotografia digitale, ritoccando  opportunamente l’immagine con applicazioni software a posteriori ( come ad esempio l’impainting). Con Photoshop è facile togliere l’effetto degli occhi rossi, esiste infatti una funzione  apposta per questo scopo, che si chiama per l’appunto “strumento occhi rossi”, garantendo nella maggior parte dei casi un ottimo risultato con un clic.

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Lascia un commento