Mille occhi diversi nel mondo animale

Curiosità
 Mille occhi diversi nel mondo animale
02/08/2018

 

Nel mondo animale, esistono diversi tipi di occhi e si differenziano per il loro modo di vedere. C’è chi vede a colori e chi in parte in bianco e nero, chi vede di notte e chi vede da lunghe distanze. Ogni occhio ha un proprio modo di vedere.

La loro visione è resa possibile dai fotorecettori, ovvero delle cellule particolari presenti nella retina. Ce ne sono di due tipi: i bastoncelli, in grado di consentire la visione notturna e i coni per la visione diurna.

Ogni specie si differenzia con caratteristiche visive più adatte al proprio habitat e stile di vita. Di certo non si può dire che vedano meglio o peggio: vedono nel modo migliore per loro!

La talpa

La talpa ha due minuscoli occhi, riesce appena a distinguere la luce dal buio, perché sono completamene nascosti da pelle e peli, infatti si avvale unicamente del fiuto per stare tutto il giorno sotto terra a scavare cunicoli lunghi e profondi e per cacciare nel sottosuolo le sue prede come lombrichi, larve o lumache. Per questa caratteristica di visione ridotta, nasce il detto “essere ciechi come una talpa”.

 Il gufo

Il gufo ha due occhi molto grandi, ricchi di bastoncelli ( le cellule destinate a catturare la luce ) e con pupille molto dilatate: questi sono elementi che favoriscono la visione notturna, mettendo in risalto anche la pochissima luce presente nell’ambiente. In caso di buio completo, il gufo si orienta con l’udito, il senso eletto della caccia. Un’altra caratteristica per i rapaci notturni è di avere occhi immobili, infatti, i soli movimenti vengono eseguiti con la testa di lato o dal basso verso l’alto e viceversa in direzione delle possibili prede.

Libellula

Gli insetti sono dotati da occhi composti ( o ocelli ), posizionati lateralmente al capo. Hanno una visione per apposizione: l’immagine viene percepita una a fianco all’altra, per questo motivo questi animali riescono a distinguere i movimenti quasi impercettibili e veloci. Fra gli insetti che vedono meglio ci sono le mosche, le api e in particolar modo la libellula: possiede ben 28.000 occhi microscopici, raggruppati in due occhioni ai lati della testa, gli ocelli tutti uniti formano l’immagine, per questo la vista è chiamata composta. Inoltre, altri insetti come le farfalle sono in grado di percepire la luce ultravioletta, invisibile all’occhio umano; questo fattore suggerisce che esse possono vedere le tonalità dei fiori in modo diverso da noi. I colori sono importantissimi nella vita delle farfalle, perché le guidano per alimentarsi e per la ricerca del partner.

 I cani

Viene detto che i cani vedono in bianco e nero, ma non è proprio così: essi percepiscono molto bene il colore blu, il giallo e tutto il resto sono sfumature di questi due colori. La loro vista migliora con una luce bassa e soffusa e avviene a causa della presenza di più bastoncelli e meno coni all’interno dell’occhio. La posizione laterale dell’occhio dei cani possiede un campo visuale molto più ampio di quello umano. Purtroppo riescono a cogliere poco i dettagli, ma riescono a vedere oggetti in movimento anche a grandi distanze.

 Il falco

Uno degli animali in grado di avere un’ottima vista. Il falco vede a colori, in quanto ha nella parte posteriore dell’occhio dei coni sensibili alle gamme di colori e può vedere dettagliatamente anche con poca luce. Inoltre, è dotato di una risoluzione maggiore della nostra e vede anche l’ultravioletto. Per questa caratteristica di vista perfetta, nasce il detto “occhio da falco”.

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Lascia un commento