Ecco i 10 migliori consigli dell’Accademia per salvaguardare la tua visione

Consigli
Ecco i 10 migliori consigli dell’Accademia per salvaguardare la tua visione
09/01/2018

 

Oltre 30 milioni di italiani soffrono di problemi alla vista. Dato che non tutte queste patologie si possono prevenire, ci sono dei semplici consigli che tutti possono adottare, per aiutare gli occhi a rimanere sani e ridurre la possibilità di peggiorare (o perdere) la vista. L’American Academy of Ophtahlmology ha stilato un vademecum con i dieci consigli principali per prendersi cura dei propri occhi!

 1. Indossare occhiali da sole

Gli occhiali da sole anti raggi UV ritardano lo sviluppo della cataratta, poiché la luce solare diretta accelera la loro formazione. Gli occhiali da sole prevengono i danni alla retina; inoltre proteggono la delicata pelle delle palpebre e prevengono sia le rughe sia il cancro della pelle intorno agli occhi, le crescite cancerose e non cancerose sull’occhio. Verifica la protezione UV al 100%: assicurati che i tuoi occhiali da sole blocchino il 100% dei raggi UV-A e UV-B.

 2. Non fumare

Il tabacco è direttamente collegato a molti effetti avversi sulla salute, inclusa la degenerazione maculare senile (DMS). Gli studi dimostrano che gli attuali fumatori ed ex fumatori hanno maggiori probabilità di sviluppare DMS rispetto alle persone che non hanno mai fumato. Inoltre,  i fumatori sono anche a maggior rischio di sviluppare la cataratta.

 3. Mangiare correttamente

La carenza di vitamine può compromettere la funzionalità retinica. La convinzione che mangiare carote migliori la vista ha qualche verità, ma una varietà di verdure, specialmente quelle a foglia verde, dovrebbe essere una parte importante della  dieta. I ricercatori hanno rilevato che persone con diete più elevate di vitamine C ed E, zinco, luteina, zeaxantina, acidi grassi omega-3 hanno meno probabilità di sviluppare DMS precoce e avanzata.

 4. Esame della vista

Gli adulti senza segni o fattori di rischio per la patologia oculare dovrebbero sottoporsi a  uno screening all’età di 40 anni – il momento in cui possono manifestarsi i primi segnali della malattia e i cambiamenti della vista. Sulla base dei risultati dello screening, un oftalmologo prescriverà gli intervalli necessari per gli esami di follow-up. Chiunque abbia sintomi o una storia di malattie agli occhi, diabete o ipertensione dovrebbe vedere un oculista con una certa frequenza e stabilire con lui quando fare i controlli e ogni quanto tempo.

5. Protezione degli occhi

Se si praticano sport come hockey e baseball o si eseguono attività domestiche come piccoli riparazioni, giardinaggio e pulizie, è fondamentale indossare un’adeguata protezione per gli occhi per prevenire lesioni.

Per chi pratica sport a livello agonistico, è utile seguire le indicazioni dell’organismo di riferimento che potrebbe prevedere protezioni specifiche secondo la disciplina.

 6. Conosci la tua storia familiare

Conoscere la storia di eventuali patologie oculari della tua famiglia è utile, perché  potresti essere a maggior rischio. Si prevede che le patologie oculari legate all’età, tra cui la cataratta, la retinopatia diabetica, il glaucoma e la degenerazione maculare senile aumenteranno drammaticamente da 28 milioni oggi a 43 milioni entro il 2020.

 7. Intervento precoce

Le patologie oculari più gravi, come il glaucoma e la degenerazione maculare senile sono trattate più facilmente e con successo se diagnosticate e trattate precocemente. Se non curate, queste malattie possono causare seri danni alla vista e, nei casi più gravi, arrivare alla cecità.

 8. Conosci il tuo oculista

Quando devi  controlare la tua vista, la scelta dell’oculista giusto è fondamentale. Oculisti, optometristi e ottici svolgono tutti un ruolo importante nel fornire servizi di cura degli occhi ai pazienti Tuttavia, ognuno ha un diverso livello di formazione e competenza. Assicurati di scegliere il professionista giusto per la tua condizione o trattamento. Gli oftalmologi sono medici che forniscono tutte le cure per la tua vista, dalla prescrizione di occhiali e lenti a contatto alla chirurgia refrattiva avanzata.

 9. Utilizzare adeguatamente le lenti a contatto

Segui le istruzioni del tuo medico oculista per quanto riguarda la cura e l’uso delle lenti a contatto. L’uso eccessivo o abuso, l’uso di saliva o acqua per pulire le lenti, l’utilizzo di soluzioni scadute e usare di lenti a contatto usa e getta oltre la data di scadenza potrebbe provocare ulcere corneali, dolore intenso e, nei casi più gravi,  perdita della vista.

 10. Sii consapevole dell’affaticamento degli occhi

Se senti gli occhi affaticati mentre lavori al compute,  puoi seguire la regola del 20-20-20: ogni 20 minuti, dalla tua postazione di lavoro guarda un oggetto posto a una distanza di 20 piedi (6 metri circa) per 20 secondi.

Se l’affaticamento dell’occhio persiste, può essere un segnale di diversi disturbi, come l’occhio secco, la presbiopia oppure l’utilizzo di  occhiali con lenti non centrate correttamente. E’ utile in questi casi consultare il proprio medico per ricevere il trattamento adeguato.

Hai dubbi sulla tua salute oculare? Affidati agli esperti di Clinica Baviera per trovare la cura giusta per i tuoi occhi.

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Lascia un commento