L’importanza di prendersi cura degli occhi a qualsiasi età

Tutte le persone, con il passare degli anni, sperimentano vari cambiamenti nel loro corpo. Anche il senso della vista, ovviamente, subisce le conseguenze dell’invecchiamento.

In genere, dai 40 o 45 anni la maggior parte delle persone, compresi coloro che non hanno mai sofferto di nessuna patologia o errore di rifrazione, iniziano ad avere difficoltà a concentrarsi su oggetti vicini: questo fenomeno é chiamato presbiopia. Inoltre durante la vecchiaia, possono insorgere altre malattie che richiedono alle persone che si trovano in questa fase del loro ciclo vitale, di intensificare le precauzioni e le cure degli occhi.

Patologie proprie della vecchiaia

Presbiopia

Come abbiamo accennato sopra, i 40/45 anni sono caratterizzati dalla difficoltà di vedere da vicino a causa del mal posizionamento del cristallino. Questo difetto, se non viene corretto con occhiali o da un intervento di chirurgia refrattiva, oltre ad impedire il corretto svolgimento di molte attività quotidiane come leggere o cucire, può causare, anche, disagio per gli occhi e mal di testa.

Occhi secchi

L’insufficiente o inesistente produzione di lacrime, è la causa della secchezza degli occhi. Nei casi più estremi, soffrire la mancanza di lacrime produce sintomi molto fastidiosi come la sensazione di avere “piccole pietre” negli occhi, prurito, bruciore, ulcera, infiammazioni e infezioni. La soluzione più comune a questo problema é la somministrazione di lacrime artificiali.

Cataratta

La cataratta rende opaco il cristallino dell’occhio che, ad eccezione di casi estremamente rari, si verifica solo negli anziani. L’unico trattamento per risolverla è l’intervento chirurgico (che prevede l’impianto di una lente intraoculare in sostituzione del cristallino) i risultati di questo intervento, a meno che non ci siano ulteriori complicazioni e altre patologie, è molto buono. Infatti, nella maggior parte dei casi, il paziente torna a vedere perfettamente dopo l’intervento.

Glaucoma

Il glaucoma è una malattia grave che si verifica, spesso, oltre i 40 anni, e che deve essere curata al più presto possibile, perché può causare dei danni irreversibili al nervo ottico, ovvero cecità parziale o totale. Il glaucoma è determinato dall’alta pressione intraoculare, che, nelle sue fasi iniziali, spesso, si presenta senza sintomi, per questo motivo è fondamentale che venga diagnosticato al più presto, in modo da poter realizzare alcuni trattamenti efficaci, come la somministrazione di collirio, farmaci e, in certi casi, interventi chirurgici.

Degenerazione maculare

La degenerazione maculare è una malattia che si presenta in vecchiaia, che provoca dei danni alla zona centrale della retina, detta macula. Questa patologia provoca la perdita della vista, periferica o centrale, o può determinare una visione distorta.

Problemi alle palpebre

Molte persone anziane soffrono di vari disturbi come gonfiore nel bordo delle palpebre (blefarite) o tumori che devono essere trattati immediatamente per evitare maggiori complicazioni come le ulcere alla cornea.

Azioni preventive e suggerimenti salvavista

Come abbiamo visto per il trattamento di varie malattie oculari associate all’invecchiamento, la prevenzione è la migliore garanzia di godere di una buona salute oculare anche in età molto avanzata. Pertanto, il miglior consiglio è, soprattutto dai 40 in poi, di sottoporsi ad una visita oculistica almeno una volta all’anno per realizzare un esame completo degli occhi. Altre raccomandazioni sono le seguenti:

  • Andare urgentemente dall’oculista se si notano questi sintomi: improvvisa perdita della vista, vista offuscata o intermittente o qualsiasi altra anomalia.
  • Mangiare alimenti ricchi di vitamine A, C e magnesio come carote, broccoli, agrumi, lattuga o pesce.
  • Se si usano occhiali o lenti a contatto, assicurarsi che la loro gradazione é la corretta per i nostri occhi.
  • Evitare quelle situazioni medio ambientali che possono causare problemi agli occhi, come l’aria condizionata, correnti d’aria forti o luce solare eccessiva.

Compiere anni non deve essere sinonimo di soffrire di scarsa visibilità che si traduce in una scarsa qualità di vita o di importanti limitazioni nelle attività quotidiane. In realtà, ci sono casi di persone di quasi 100 anni che vedono bene. Prevenzione e assistenza medica in caso di necessità sono i due pilastri su cui dobbiamo fare affidamento per preservare la nostra salute visiva durante molti anni.

L’importanza di prendersi cura degli occhi a qualsiasi età
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing