Guida e vista: la visita oculistica può fare la differenza

 In occasione della Giornata Mondiale della Vista del 9 ottobre 2014, promossa dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità – IAPB Italia onlus e dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) e quest’anno dedicata al tema della sicurezza stradale, Clinica Baviera e il suo staff di medici oftalmologi forniscono suggerimenti utili su guida e vista, per mettersi al volante in modo consapevole.

Più del 50% degli incidenti stradali in Italia, infatti, è imputabile a problemi di vista degli automobilisti. Soprattutto in caso di scarsa visibilità e di condizioni meteo non ideali, leggere la segnaletica stradale può risultare difficoltoso e i tempi di reazione si possono allungare notevolmente.

Per questi motivi è consigliabile recarsi regolarmente da un oculista e adottare le correzioni prescritte: un automobilista su dieci, infatti, non sa di avere problemi visivi.

“Guidare di notte o in condizioni climatiche avverse – commenta il dottor Riccardo Gizzi, medico oftalmologo della Clinica – può ridurre sensibilmente la visibilità e anche l’acutezza visiva può diminuire del 20%”.

Questi fattori di rischio, soprattutto nei mesi invernali, possono aumentare in caso di esistenti problemi di vista. “Guidare con difetti come la miopia – continua Gizzi – l’astigmatismo o la cataratta può peggiorare la percezione e la lettura dei segnali stradali e portare ad errori di calcolo, incrementando così il rischio di distrazione e di insicurezza alla guida”.

Il dottor Gizzi porta l’attenzione soprattutto su chi ha superato i 50 anni di età: si tratta infatti di persone che presentano riflessi rallentati e limiti all’adattamento all’oscurità e al recupero della vista dopo un temporaneo abbagliamento.

Lo staff di Clinica Baviera sottolinea quindi l’importanza di sottoporsi a regolari controlli oculistici e raccomanda i seguenti accorgimenti quando ci si mette al volante:

  •  Se si utilizzano occhiali da vista, optare per quelli con lenti antiriflesso
  • Moderare la velocità e aumentare la distanza di sicurezza durante la notte o in condizioni climatiche avverse (pioggia o nebbia)
  • Attivare i fari dei veicoli prima che tramonti il sole.
  • Non ignorare qualsiasi disturbo che si possa presentare a uno o entrambi gli occhi e, in caso di viaggi lunghi, riposarsi ogni due ore.
  • Se si è sotto trattamento medico o si stanno assumendo medicinali, assicurarsi che questo non abbia effetti sulla guida e soprattutto sulla vista.

 

 

guida prevenzione copy

Guida e vista: la visita oculistica può fare la differenza
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing