L’orario invernale è in arrivo e con lui diminuiscono le ore di sole

Con l’inizio dell’autunno le ore di luce e sole sono diminuite giorno dopo giorno, e continueranno a decrescere fino al solstizio d’inverno, (21 de dicembre). Però, senza ombra di dubbio, il cambiamento più grande, per quanto riguarda le ore di luce, lo noteremo fra due giorni, infatti durante la notte fra il sabato 24 e domenica 25 di ottobre, precisamente alle 3 di mattina, dobbiamo anticipare l’orologio e la sveglia di un ora, di modo che le 3 torneranno ad essere le 2.

Il cambio di ora fu istituito nel 1974, in occasione della prima crisi petrolifera. Successivamente, alcuni paesi hanno deciso di spostare gli orologi per approfittare di quanta più luce solare possibile.

Nel 1981 la UE approvò la direttiva per la quale il cambio di ora doveva essere applicato in tutti i paesi industrializzati, l’unica eccezione è il Giappone. L’idoneità del cambiamento di orario è supportata da numerosi studi realizzati dalla Commissione europea e l’Istituto per la diversificazione e il risparmio energetico (IDAE).

Come incide il cambio orario sulla nostra salute visiva? Al farsi “giorno” presto, quando raggiungiamo il nostro posto di lavoro, possiamo vedere senza o (quasi) il supporto della luce artificiale, e questo è molto positivo per la nostra vista. Anche se é vero che, all’uscita dal lavoro sarà già buio e nel guidare la macchina per tornare a casa é importante prestare particolare attenzione alla strada. Il consiglio che vi diamo è quello di revisare tutte le luci del veicolo, per evitare di avere sorprese inaspettate.

cambio di ora

L’orario invernale è in arrivo e con lui diminuiscono le ore di sole
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing