Il diabete può portare alla cecità

Sono oltre 3 milioni, gli italiani che attualmente soffrono di diabete, e questo sabato 14 di novembre si celebrerà la Giornata mondiale del diabete, istituita su iniziativa dell’International Diabetes Federation e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) in commemorazione della nascita di Frederick Banting che, insieme a Charles Best, ha giocato un ruolo decisivo nella scoperta dell’insulina, un ormone che ogni giorno salva la vita delle persone che soffrono di diabete.

Oltre a controllare i livelli di zucchero nel sangue attraverso la dieta, l’esercizio fisico e l’assunzione di farmaci o iniezioni di insulina, i diabetici devono essere consapevoli che questa malattia può colpire diversi organi del corpo oltre a influire sulla cicatrizzazione, riducendola moltissimo. Ad esempio, una persona diabetica ha 10 volte più probabilità di soffrire di cecità rispetto al resto della popolazione che non lo è.

Proprio per questi motivi gli esperti raccomandano alle persone con diabete di sottoporsi a visite oculistiche regolari, e di realizzare anche un esame del fondo oculare.
La retinopatia diabetica e l’edema maculare diabetico sono due problemi visivi che colpiscono la retina, e che, nella maggior parte dei casi, sono associati al diabete. Difatti, queste due malattie sono tra le principali cause di cecità nei paesi sviluppati. Durante sabato 14 e domenica 15 novembre, sarà celebrata in più di 400 piazze italiane, la Giornata mondiale del diabete e per l’occasione saranno allestiti presidi diabetologici, coordinati da medici e supportati da infermieri e volontari, con lo scopo di fornire – a titolo assolutamente gratuito – consulenza medica qualificata, distribuire materiale informativo, somministrare questionari diagnostici per valutare il rischio di sviluppare la malattia, effettuare screening per la rilevazione della glicemia (oltre alla misurazione della pressione, del peso, della circonferenza vita).

Diabete Italia

Il diabete può portare alla cecità
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing