Allergie oculari: da stagionali a perenni…

Lunedì scorso, vi abbiamo parlato dei sintomi più comuni che causano le allergie oculari, durante la primavera, e il modo migliore per evitarli. Oggi, ampliamo il tema, e parliamo dei sintomi allergici che si presentano durante tutto l’anno, denominati, perenni.

Durante gli anni ’90 l’insorgere dei sintomi, nei pazienti allergici, si limitava ai mesi di maggio e giugno. Però la fioritura dei cipressi, che avviene durante gennaio e febbraio, fa si che il prurito e il bruciore agli occhi, si manifestino molto prima dell’arrivo della primavera.

Il modo migliore per prevenire i sintomi di congiuntivite allergica, che spesso influisce sulle prestazioni di lavoro e di guida, è evitare il più possibile, il contatto con il polline.

“Per questo è fondamentale stare, il più tempo possibile, in ambienti chiusi, indossare occhiali da sole grandi avvolgenti e lavare, spesso, le mani con acqua e sapone, soprattutto quando si cambia di ambiente e ci esponiamo ad agenti esterni ai quali non siamo abituati” consiglia il Dottor Marco Moschi, Direttore Medico di Clinica Baviera Italia.

Inoltre, continua il Dottor Moschi, “non appena si manifestano i sintomi di allergia oculare, é fondamentale rivolgersi ad un medico allergologo che potrà prescrivere il trattamento più appropriato per dar sollievo agli occhi, colpiti da congiuntivite.”

allergie oculari

Allergie oculari: da stagionali a perenni…
2 votes, 5.00 avg. rating (92% score)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing