Astigmatismo e
ipermetropia

L’astigmatismo ipermetropico è un difetto visivo che si manifesta quando, oltre all’astigmatismo, il paziente presenta anche una forma di ipermetropia. L’astigmatismo ipermetropico può essere suddiviso in due tipi: astigmatismo ipermetropico semplice (un fuoco cade sulla retina e il secondo dietro a questa) o composto (i due fuochi cadono dietro alla retina). Entrambi i disturbi visivi possono essere corretti con l’operazione laser, ottenendo una vista nitida e pulita.

Cos'è l'astigmatismo ipermetropico?

L’ípermetropia e l’astigmatismo sono due difetti visivi che possono essere presenti contemporanemente nell’occhio.

L’astigmatismo ipermetropico è un difetto visivo che si manifesta quando, oltre all’astigmatismo, il paziente presenta anche una forma di ipermetropia.

L’ipermetropia può essere provocata da un bulbo oculare più corto del normale (al contrario di quello che succede per la miopia, dove l’occhio risulta essere troppo lungo per la sua potenza ottica) oppure da una cornea e cristallino con un potere rifrattivo minore. L’occhio ipermetrope noterà difficoltà a mettere a fuoco e percepire come nitidi gli oggeti vicini, in quanto i raggi convergono in un punto dietro alla retina. In conclusione, il sintomo più caratteristico dell’ipermetropia è la difficoltà a visualizzare gli oggetti da vicino.

L’astigmatismo è dovuto a un’anormale curvatura della cornea che non si presenta uniforme in tutti i suoi punti. Questo difetto visivo impedisce ai raggi di luce di focalizzarsi su un unico punto della retina, pertanto chi ne soffre percepisce gli oggetti, sia lontani che vicini, come offuscati e poco definiti. Generalmente, l’astigmatismo è un disturbo di origine genetica ma può essere acquisito anche in seguito a un trauma o a una patologia dell’occhio. Il sintomo principale è una visione poco nitida, sia da vicino che da lontano.

L’astigmatismo può associarsi anche ad altri vizi refrattivi come l’ipermetropia e la miopia quando il paziente, oltre ad avere una cornea di forma non sferica ma ovaloide (tipica curvatura dell’occhio astigmatico), manifesta una mancanza o un eccesso di indice di refrazione della cornea e del cristallino, rispetto alla lunghezza del bulbo oculare. Pertanto, le immagini degli oggetti lontani potranno formarsi sia davanti alla retina (astigmatismo miopico) sia dietro a questa (astigmatismo ipermetropico).

Il Trattamento

L’ipermetrope astigmatico può correggere il proprio difetto visivo con le moderne tecniche di chirurgia refrattiva. L’intervento agli occhi non è invasivo e permette di risolvere il problema visivo alla base, eliminando definitivamente la dipendenza dagli occhiali. Il paziente affetto da astigmatismo e ipermetropia assieme dovrà sottoporsi a una serie di esami oftalmologici, che permetteranno al medico di valutare l’idoneità all’intervento e di scegliere la tecnica più adeguata a seconda del singolo caso.